Tempo di lettura: 1 minuto

Facebook supera tutte le barriere sull’identità di genere. Da oggi anche in Italia gli utenti possono scrivere liberamente il proprio genere, senza l’obbligo di rientrare in una categoria stabilita dalla piattaforma. Dopo circa un anno dall’introduzione in Italia e nel mondo delle opzioni di genere personalizzate, come “cisgender” (chi si sente bene col proprio “genere” sessuale) o “transgender” (chi non si sente rappresentato dallo stereotipo di genere, maschile o femminile), oltre alle tradizionali uomo e donna, Facebook ha scelto di andare oltre.

Ogni persona potrà scrivere fino a dieci termini differenti che caratterizzino la sua identità di genere, selezionando e controllando il pubblico con cui condividere queste informazioni. “La scelta deriva dalla consapevolezza delle difficoltà che molte persone incontrano ogni giorno nell’esprimere liberamente la propria identità di genere”, commenta Laura Bononcini, Responsabile Relazioni Istituzionali di Facebook Italia.

“E’ importante che ogni persona che utilizza Facebook per rimanere in contatto con gli amici o seguire argomenti di interesse si senta a suo agio e sia realmente se stessa. In questo senso, la possibilità di esprimere la propria identità sessuale è sicuramente un aspetto importante, soprattutto se questa va oltre la semplice categorizzazione “uomo” o “donna”.

“L’introduzione della possibilità per ognuno di descrivere liberamente la propria identità di genere, oltre a poter scegliere tra le opzioni precompilate, rappresenta quindi un importante passo in avanti per il riconoscimento di sempre maggiori libertà a tutte le persone che non si riconoscono in categorie e terminologie prestabilite. Per il raggiungimento di questi obiettivi -conclude Laura Bononcini- è per noi fondamentale la collaborazione con Arcigay, il cui supporto ci e’ indispensabile per identificare e rispondere al meglio alle esigenze di molti Italiani“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.