Tempo di lettura: 1 minuto

imagesAASKY8UYLECCE – Ci sono gesti che valgono più di un milione di parole, ci sono gesti che riescono a sfatare mille tabù in un minuto. Chissà se il gesto che raccontiamo in queste righe sarebbe stato compiuto da quella parte di italiani che si sentono in pericolo di fronte ai numerosi stranieri che popolano le nostre città.

 Un senegalese 52enne residente a Lecce ha ritrovato un borsellino per terra, in Via Trinchese (angolo con Piazza Mazzini), all’interno oltre agli effetti personali della signora che lo aveva perduto c’erano cento euro. Tanti bei soldi per chi tenta di guadagnarsi pochi spiccioli per comprarsi da mangiare. L’uomo non ha esitano un attimo ed ha consegnato il borsello completo di tutto alla prima volante della Polizia che ha visto, con lo stupore degli agenti che, immaginiamo, non credevano ai propri occhi.

Chi avrebbe condannato il senegalese se avesse consegnato il borsello o inviato soltanto i documenti alla signora, o nella peggior delle ipotesi avesse trattenuto i soldi e si fosse sbarazzato del resto? E poi, nessuno lo avrebbe saputo mai, era da solo e nessuno si è accorto del suo ritrovamento.

Quanti di noi italiani avrebbero consegnato quei soldi? Domande che non troveranno mai risposta certa ma che possono far riflettere.

Eppure per lui cento euro sarebbero potuti servire a tanto, proprio tanto. Al momento non sappiamo se la proprietaria abbia ricompensato l’extracomunitario ma ci piace immaginare che l’abbia fatto.

L’onestà non si valuta dal colore della pelle e non ha nazionalità…  Il buonsenso non conosce confini.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.