Tempo di lettura: 1 minuto

Sepolcro S. AngeloLECCE – Tra le manifestazioni religiose più importanti della Settimana Santa certamente rientra il rito dei Sepolcri, che si celebra ogni anno in occasione del Giovedì Santo in tutte le chiesa del Salento e della città di Lecce dove, dalle più piccole alle più grandi e rinomate quali il Duomo, Santa Croce o San Matteo, migliaia di fedeli si recano tradizionalmente per adorare il Santo Sepolcro e gli altari allestiti per ricordare la morte di Gesù Cristo.

Ogni parrocchia allestisce all’interno della propria chiesa un Santo Sepolcro commemorativo dell’Ultima cena del Cristo con gli Apostoli: in genere, per le decorazioni, vengono utilizzati germogli di legumi, ciotole e bicchieri in creta, pane casareccio, nonché ceri, lumini, fiori, statue ed immagini sacre.

Ciascuna parrocchia interpreta liberamente il senso della commemorazione, dando una versione diversa del Santo Sepolcro: alcuni sono caratterizzati da intense luci bianche, che auspicano la Resurrezione, altri invece sono caratterizzati da luci soffuse o addirittura dal buio per invitare i credenti al raccoglimento spirituale. Ci sono alcune parrocchie del borgo antico che solitamente allestiscono delle vere e proprie scenografie e altre che preferiscono celebrare una raffigurazione animata, in stile “recita religiosa”.Gesù morto

Quest’anno, ad ogni modo, come accadde già lo scorso anno con l’invito lanciato a tutti i Cristiani da Papa Francesco ed in linea col periodo tutt’altro che facile che il nostro Paese si trova ancora a vivere, gli altari delle chiese di Lecce si presentano assai sobri, senza particolari “eccessi” o trionfi di fiori freschi come accadeva in passato. Gli altari spogli ed i tabernacoli vuoti attraggono l’attenzione dei tantissimi fedeli che si affollano fino a tarda ora per le vie del centro storico del capoluogo salentino, ossia lì dove sorgono le chiese più suggestive ed antiche del capoluogo salentino.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.