Tempo di lettura: 2 minuti

Moscardelli mani in facciaLECCE – Come ampiamente previsto, la scure del Giudice sportivo della Lega Pro si è abbattuta impietosa sul Lecce. Il referto dell’arbitro Lanza di Nichelino, oggi definito per il suo arbitraggio dal presidente Savino Tesoromonodirezionale“, ha portato alle pesanti sanzioni nei confronti dei tesserati del club giallorosso. A pagare il conto più salato sono stati Davide Moscardelli, Franco Lepore e Gianluca Di Chiara espulsi con cartellino rosso diretto, ai quali sono state rispettivamente inflitte 5 (il primo) e 2 giornate di squalifica (ai secondi). Mister Alberto Bollini, nel match clou di mercoledì pomeriggio al “Via del Mare” contro il Benevento sarà inoltre privo di Daniele Mannini a cui è stato inflitto un turno di stop forzato.

A “giustificare” la sentenza del Giudice sportivo nei confronti del bomber giallorosso sono stati la presunta gomitata al mento rifilata (a detta del fischietto piemontese) nei confronti dell’avversario, l’atteggiamento tenuto da Moscardelli dopo essersi visto sventolare beffardamente il cartellino rosso, l’aver gettato per terra la maglia da gioco ed aver ripetutamente pronunciato offese e frasi irriguardose nei confronti dell’arbitro mentre usciva dal campo.

È andata, ma solo ironicamente, meglio al team manager del club giallorosso, Francesco Lillo, espulso alla fine del primo tempo da Lanza al quale era andato a chiedere spiegazioni circa la raffica di cartellini mostrati al Lecce, ed inibito a ricoprire cariche federali in seno alla Figc ed a rappresentare la società fino al prossimo 14 aprile.

Una mazzata, salvo eventuali ricorsi che la società potrebbe presentare, che priva in un sol colpo il club salentino di ben quattro pedine per il faccia a faccia di dopodomani pomeriggio contro il Benevento, ma soprattutto vede l’unica punta centrale adattatasi al meglio in quel ruolo praticamente aver concluso qui la stagione. Cinque giornate fuori dal terreno di gioco comportano un enorme danno alle velleità leccesi di puntare ancora ai play-off. Se si pensa che il “Mosca” è il goleador della compagine giallorossa con i suoi 14 gol stagionali messi a segno finora, si può facilmente intuire che ripercussioni negative potrà avere tale sentenza sul rush finale del campionato che attende il Lecce.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.