Tempo di lettura: 3 minuti
gallipoli legari mariano
Lorenzo Legari e Francesco Mariano

POZZUOLI- Il Gallipoli vince ancora, e lo fa nel segno del suo capitano e condottiero Lorenzo Legari, uno che percorre ogni passo in campo con il cuore pieno d’orgoglio nel difendere i suoi colori, quel giallorosso che continua a brillare nonostante guai a patemi vari abbiano messo la stagione più volte su binari difficili. Nell’1-2 di oggi contro la Puteolana è ancor più bello, iconico ed emozionante l’abbraccio finale del Gallo, stretto attorno ai suoi inossidabili sostenitori giunti al “Conte” di Pozzuoli per il match di oggi, partita che, archiviati questi punti, autorizza qualche pensierino alla zona medio-alta della classifica, mentre già giovedi contro il Manfredonia potrebbe arrivare la matematica salvezza in una stagione comunque vada da ricordare per il football gallipolino.

La partita– Mangiapane opta per Gianmarco Rizzo al fianco di Rosato e rilancia Santonocito al centro della linea dei trequartisti a supporto di Di Maira. La Puteolana, alla ricerca di punti salvezza, scommette forte sul trio d’attacco Babù-Ammendola-Sorrentino a causa dell’assenza del puntero Mazzeo. Il primo sussulto casalingo, a firma dell’ex Lecce e Catania Babù, al 4’ è risposto subito dall’idea di Mariano, pericoloso dopo due minuti con una volée. Il campo insidiosissimo del “Conte” non aiuta le giocate delle due compagini, spesso propense a provare la soluzione da fuori, cercate da Ammendola e Manna senza impensierire Ugo Gabrieli. Pesce al 19’, e Sorrentino con un’azione prolungata che non trova sbocchi, provano a tingere di granata la partita, ma la difesa gallipolina fa buona guardia. La partita, complice il terreno infausto e il grande agonismo messo sul rettangolo di gioco dai ventidue in campo, è spezzettata ed avara di emozioni. Al 24’ Legari, sempre da fuori, prova a rompere gli indugi non trovando la porta. Il capitano giallorosso scalda i motori e timbra la presenza anche al 27’, stavolta costringendo Iaccarino alla parata prima di un altro intervento su calcio piazzato sempre esploso dal piede del gallipolino doc. La partita cala d’intensità, ma è il Gallo ad essere più pericoloso, con Mariano che, al 38’, chiama alla risposta Iaccarino. La prima frazione è poi chiusa da un bel salvataggio della difesa jonica su una folata di Sorrentino. In apertura di ripresa il lampo di genio di Lorenzo Legari: al 48’ Iaccarino non può nulla sulla punizione del capitano giallorosso, finita in rete dopo una deviazione della barriera. La pennellata è però soltanto il primo prodigio di giornata, infatti Legari concede il bis al 50’ eludendo la trappola del fuorigioco e depositando la sfera in rete dopo aver dribblato il portiere avversario per il roboante uno-due del Gallo che manda in visibilio i tifosi giunti a Pozzuoli. La Puteolana accusa il colpo e ci mette un po’ ad abbozzare la reazione, introdotta da un tiro di Ammendola di poco alto. Lo stesso Ammendola accorcia le distanze al 58’ realizzando un calcio di rigore procurato da Corrado su un contatto con Gianmarco Rizzo. La rete che dimezza lo svantaggio dà forza alla Puteolana, che però fallisce il pari per due volte prima con Sorrentino e poi con Babù. Il Gallipoli, con mister Mangiapane oggi in panchina, rompe il gioco avversario tenendo lontane dall’area le bocche da fuoco di Carannante. All’83’ Izzo chiama Gabrieli alla parata sicura, ma la pressione dei padroni di casa non basta per acciuffare il pari. Il Gallipoli di Mangiapane è una bellissima creatura, e la seconda vittoria esterna negli ultimi tre match è il premio migliore al lavoro del neo-trainer siciliano e di un gruppo unito e compatto verso l’ obiettivo, un gruppo condotto dal match-winner di oggi, capitan Lorenzo Legari. Gallipoli può essere orgogliosa dei suoi ragazzi.

Il tabellino

SSD Puteolana 1902 – SSD Gallipoli 1909 1-2

Puteolana: Iaccarino, Carezza, Corrado, Vallefuoco, Follera, Fiore, Manna, Pesce (46′ Izzo), Babù, Ammendola, Sorrentino (88′ Signore). A disp.: Ifregerio, Valle, Esperimento, Biondi, D’Isidoro, Matino, La Torre. All.: Carannante

Gallipoli: Gabrieli, Gigante, Rizzo P. (80′ Mauro), Mbida (91′ Marangon), Rizzo G., Rosato, Mingiano, Mariano, Di Maria, Santonocito (72′ Lorusso), Legari. A disp.: Costantino, Canzonieri, Mangiapane, Sopcic, Portaccio, Negro. All.: Mangiapane

Arbitro: Maranesi di Ciampino (Capolupo – Orga)

Reti: Legari 48′ (G), 50′ Legari (G), 58′ rig. Ammendola (P)

Ammoniti: Carezza (P), Ammendola (P), Mingiano (G), Mbida (G)

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.