Tempo di lettura: 5 minuti

Perrone - Nunzia Brandi - Muay ThaiLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Il Palazzetto dello Sport di Lecce sarà la tappa finale del primo reality televisivo di arti marziali e sport da combattimento che ha visto all’opera alcuni tra i migliori atleti del panorama mondiale, a cominciare dal cinque volte campione del mondo leccese di Muay Thai, Fabio Siciliani, e da Alessandro Campagna, Aldo Rodriguez Navas, Nando Calzetta, Giacomo Saturnini, Andrea Eolini, Shan Cangelosi, Claudiu Istrate, Gianluca Siciliani e Jouad El Byarl. L’appuntamento è in programma domani, in concomitanza con la diciannovesima edizione del Fight Clubbing. L’evento, realizzato in collaborazione con il circuito mondiale ISKA ed i circuiti nazionali CSEN e FIGHT1, è stato curato dagli organizzatori Fabio Siciliani (Asd Oltrecorpo) ed Andrea Carletti (presidente dell’Asd Fight Clubbing Gym). La presentazione ufficiale della kermesse si è avuta stamattina nella sala giunta di Palazzo Carafa, alla presenza del sindaco Paolo Perrone, della consigliera Nunzia Brandi e di parte degli atleti impegnati domani sul ring.

A render ancor più interessante la manifestazione c’è un ricco ed appetitoso sotto-clou, grazie alla presenza di un nutrito gruppo di fighters salentini che portano alto il nome del territorio in Italia ed all’estero. Un successo di seguito che sta a dimostrare quanto la pratica delle arti marziali abbia ormai attecchito anche nel Salento, nonostante l’attenzione dei mass media e dei tifosi non sia ancora paragonabile a quella che simili discipline raccolgono nel resto del mondo, dove i lottatori vengono considerati alla stregua delle star del calcio come accade magari in Italia.

MUAY THAI vs SANDA - locandinaSi tratta dell’ultima fase che giunge al termine di un’annata di selezioni di atleti effettuata in tutta la Penisola, con oltre 20 tappe in giro per l’Italia. Il format è incentrato sulla celebre sfida Sanda (boxe cinese) vs Muay Thai (boxe thailandese), durante la quale 10 fighters (3 di Muay Thai, 3 dì Sanda, 2 di K1 e 2 di AAMA), al termine di un mese di riprese effettuate per l’intera giornata, saliranno sul ring con un unico grande obiettivo: vincere e dimostrare la migliore efficacia della propria arte marziale. Gli atleti verranno ospitati per 30 giorni all’interno del Fight Clubbing Camp: un luogo nel quale verranno seguiti giorno e notte dalle telecamere, le quali mostreranno la loro vita nei giorni che precederanno i match, a partire dagli allenamenti e dalle difficili prove di abilità cui verranno sottoposte le due squadre, sino ad arrivare ai normali momenti di relax e di vita quotidiana degli stessi, all’interno di un contesto unico ed innovativo.

L’evento, oltre ad avere un fortissimo impatto mediatico, coinvolgendo i principali media di settore (Samurai, Budo) ed emittenti televisive nazionali (Mediaset Italia 2, Rai Sport, Odeon TV), porterà in città oltre 2000 appassionati di arti marziali e 10 tra i migliori combattenti nel panorama internazionale (Muay Thai, Kick Boxing, Sanda, MMA), che si affronteranno sul ring, accompagnati da esibizioni di violino, dj set, sfilate di moda e performance di danza contemporanea. L’evento punta ad accrescere l’appeal turistico di Lecce con un appuntamento a cadenza annuale che porterà nel capoluogo salentino un gran numero di visitatori ed interesserà numerosi esercizi pubblici e strutture ricettive presenti in città.

Il progetto, inoltre, supporta l’iniziativa sociale “Lo sport contro la violenza sulle donne”, mirando a fornire un concreto ed attivo supporto al mondo femminile. L’obiettivo è quello di contrastare i sempre più crescenti fenomeni di femminicidio e di violenza, offrendo a tutte le donne, di qualsiasi età, la possibilità di allenarsi gratuitamente in vari periodi dell’anno, per consentire loro di acquisire tecniche basilari di difesa utilizzabili nei casi di pericolo nella vita reale, ed una ulteriore possibilità di prender parte a tutti gli eventi e gli stage, con campioni nazionali ed internazionali, organizzati da Fight Clubbing.

Perrone -Brandi - SicilianiGrazie alla messa in onda televisiva su Rai Sport, Mediaset italia2 ed Odeon Tv, all’ampia visibilità su importanti riviste nazionali (Samurai, Vip), su giornali, siti web e social network (con un bacino di utenza complessivo di oltre 30.000 followers) ed all’imponente opera promozionale su tutto il territorio, il reality, primo ed unico nel suo genere in Italia, avrà una visibilità televisiva di oltre tre mesi, a partire dal 28 marzo sino al 28 giugno 2015.

“È un appuntamento – ha spiegato il sindaco Paolo Perrone che si rinnova ogni anno riuscendo ad alzare ogni volta l’asticella della qualità. In questa edizione si accenderanno i riflettori sul reality dedicato alle arti marziali. E’ la dimostrazione che con l’impegno e la passione si possono ottenere risultati straordinari, come quelli conseguiti da Fabio Siciliani. La sua affermazione – così come quella di altri atleti – è servita ad alimentare e a far l’attenzione sull’intero movimento, accrescendo il numero di appassionati verso questa disciplina sportiva. Uno sport, peraltro, che ha una importantissima funzione sociale. L’evento di domani sera rappresenta, inoltre, un significativo veicolo di promozione della nostra città”.

Perrone - fratelli Siciliani Muay Thai“Seguo da anni questo evento – aggiunge Nunzia Brandi, Consigliere comunale con delega allo Sport – e devo dire che si tratta di un’esperienza bellissima. Peraltro, sono particolarmente felice che sia stata aperta una ‘finestra’ importante anche per un’iniziativa a sfondo sociale (‘Lo sport contro la violenza sulle donne’). Siamo pronti ad abbracciare anche noi questo progetto”.

“Oramai – ha spiegato con un pizzico d’orgoglio il pluricampione mondiale Fabio Siciliani – la Muay Thai ha acquisito un grande interesse a livello nazionale. E la realizzazione di questo reality ne è la dimostrazione concreta. Il format è molto accattivante e si rifà ad un’antica lotta tra Cina e Thailandia che si disputava in occasione del compleanno del Re thailandese. Siamo riusciti a portare a Lecce atleti di livello internazionale come Campagna e Calzetta”. “Il mio sogno – ha concluso Siciliani, che il prossimo 11 aprile è atteso all’Oktagon di Milano per un difficile incontro – è quello di chiudere la carriera con un match all’interno dell’Anfiteatro romano di Lecce”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.