Tempo di lettura: 2 minuti
Rana Nardò
Luigi Rana, attaccante del Nardò

TRANI- Uno zero a zero dal doppio sapore per il Nardò, dolce per il mancato pieno rientro della Vigor Trani nella corsa playoff, amaro per i rimpianti arrivati dopo il fischio finale della partita del “Giovanni Paolo II” di Francavilla, match in cui la capolista di Calabro ha ceduto il passo proprio alle Serpi, vittoriose per 0-1 con un gol di Marino. Il distacco dai biancoazzurri così si riduce di un solo punto, con la compagine francavillese prossima a gestire il vantaggio a soli quattro turni dalla fine della regular season. Per il Toro segnali importanti in ottica post-season: il Vieste è in caduta verticale, e la sconfitta contro la pericolante Hellas Taranto conferma il brutto momento dei garganici, ora a sette punti dai granata ma davanti di sole tre lunghezze proprio dal Trani terzo.

La partita– Ragno opta per Antonio De Razza nel cuore del campo al posto di Fiorentino e per Rana a supporto di Vicentin. Il Trani comincia bene il match ma il dispositivo difensivo neretino regge l’urto. Il sostanziale equilibrio del match si rompe al 25’, quando Antonio De Razza è allontanato dal rettangolo verde per un intervento scomposto su Riontino. Poco dopo il centrocampo del Nardò perde anche Vicedomini, costretto ad uscire per Papi a causa di una distorsione alla caviglia. Due legni per il Trani prima della fine del primo tempo. L’attaccante tranese Manzari al 35’ sfiora il gol cogliendo una traversa prima di un’altra buona occasione per i padroni di casa condotta da Trotta con una discesa conclusa con un tiro sul palo. I biancoazzurri provano a gestire la superiorità numerica anche in apertura di ripresa, ma il Nardò non si scompone, presentandosi anche nell’area avversaria con un’iniziativa di Vicentin bloccata da Sansonna. Il Trani preme al 15’ con Manzari, ma Caroppo salva prima di tirare un sospiro di sollievo sul colpo di testa di Pinto, nato dal susseguente angolo. Nell’ultimo quarto d’ora di match si fa vedere Gigi Rana: l’attaccante ex Bari semina il panico in area ma tira alto. Il Toro tira i remi in barca e si difende con successo dagli ultimi assalti tranesi, ultimati con il diagonale a lato del solito Manzari e con l’espulsione di Gianni Montrone per doppio giallo. Il Nardò coglie il massimo possibile dal “Comunale” di Trani e si prepara alla prossima giornata: sarà obbligatorio vincere con il Bitonto nel turno che vedrà, oltre alla trasferta di Altamura per la capolista, lo scontro importante in chiave play-off tra Vigor Trani ed Atletico Vieste.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.