Tempo di lettura: 5 minuti
taranto
L’esultanza di Gabrielloni dopo l’iniziale vantaggio

GALLIPOLI (di Gabriele De Pandis) – Il Derby dello Jonio vive il suo secondo atto stagionale, quello giocato allo stadio “Erasmo Iacovone” di Taranto. Dopo l’1-1 dell’andata, deciso da Gabrielloni e Stranieri, le due squadre s’incrociano in una partita dai destini diversi per le due formazioni. Il Gallipoli, in piena striscia positiva, vuole continuare a far bene per raccogliere quanto prima la matematica sicurezza della permanenza in Serie D; dall’altra parte i rossoblù, terzi a quota 48, hanno bisogno di punti per provare fino alla fine ad inseguire la capolista Fidelis Andria (a +9) ed il Potenza, secondo, distanziato di tre lunghezze.

paolo rizzo gallipoli
Paolo Rizzo, assente domani per squalifica

Il borsino delle due squadre– Il Taranto, appresa la notizia della mancata penalizzazione della capolista Fidelis Andria (multata con 3000 euro per il presunto doppio tesseramento di Gaetano D’Agostino), si concentrerà sull’inseguimento del miglior piazzamento in ottica playoff. Le squalifiche di Paolo Rizzo e Lorusso complicheranno le scelte difensive di Benedetto Mangiapane, orientato a confermare l’assetto offensivo che bene ha fatto nelle ultime tre partite. L’under Gigante ed uno tra Levanto, Gianmarco Rizzo e Mauro occuperanno le corsie laterali. Le scelte del trainer nato ad Alcamo saranno alle prese anche con la defezione di Mingiano, non recuperato appieno dopo l’infortunio patito contro l’Andria e probabilmente sostituito da Negro. L’allenatore del Taranto Battistini, nella scelta per l’undici di domani, sarà alle prese con l’assenza di Oretti e le condizioni non perfette di Gaeta, convocato in extremis dopo una settimana in differenziato; nel 3-4-3, pronto a divenire un 4-5-1 in fase di non possesso, l’ariete rossoblù sarà Beppe Genchi, 17 gol in campionato e tanta voglia di aumentare il proprio bottino.

gallipoli taranto
Il pareggio di Stranieri nel match d’andata

Quel pari in notturna– Molti, nell’apprendere l’iniziale decisione delle due squadre di giocare in notturna poi respinta dall’autorità di pubblica sicurezza, hanno ricordato il Derby dello Jonio della stagione 2005-06 in Serie C/2, con le due squadre intente a giocarsi il salto in C/1 nel posticipo serale programmato per il 20 marzo 2006, uno scontro in vetta tutto in salsa pugliese. In una cornice di pubblico da Serie A (11000 spettatori), lo 0-0 dello “Iacovone” rafforzò la leadership del Gallo, spedendo il Taranto al terzo posto: il segno X uscito dal big-match fu merito della difesa giallorossa, rocciosa nel resistere in dieci agli assalti tarantini dopo l’espulsione di Iennaco cogliendo anche un palo con Nacho Castillo. A riprova della massiccia prova difensiva, il miracolo di Lafuenti al 40’ che chiuse la porta alle speranze rossoblù tutte riposte nel tiro di Di Domenico.

Destini separati– In parità finì anche l’incrocio della stagione 2006-07, con le due squadre neopromosse in C/1. I rossoblù di Papagni non riuscirono a regolare il secondo Gallo di Auteri: al vantaggio gallipolino di Gianni Califano, siglato al 21′, non seguì la rimonta tarantina, con il solo gol di Andrea Deflorio, siglato due minuti dopo, a riequilibrare la situazione per l’1-1 finale, datato 25 febbraio 2007, che costruì un altro mattoncino della prima salvezza gallipolina. Vittoria rossoblù per 2-1 nella stagione seguente, quella della finale playoff persa dal Taranto, guidato in panca da Marco Cari e in campo dalle stelle Cutolo, De Falco e Mancini, contro l’Ancona. Alla quarta giornata, il 16 settembre, il Gallipoli di Bonetti, poi esonerato a favore di Patania, non riuscì a strappare punti allo “Iacovone“; fu il gol di Ascenzi al 96′ a decretare il successo tarantino, spinto inizialmente dal vantaggio di Dionigi e parzialmente recuperato al 70′ dalla rete giallorossa di Di Gennaro. Nonostante i cambi in panchina, fu una stagione sommariamente tranquilla per i giallorossi, salvi virtualmente già a molti turni dalla fine del campionato.

ginestra gallipoli
Ciro Ginestra con la maglia del Gallipoli (fonte web)

Successo da B– Risultato invertito, e obiettivi ben diversi per le due squadre, nell’annata 2008-09: il Taranto, dopo lo smacco subito contro i dorici in finale, non ingrana la giusta marcia navigando nelle zone basse della graduatoria e assiste alla scalata trionfale del Gallipoli del “principe” Giannini. Taranto-Gallipoli della 15^ giornata è una delle pietre miliari di quello storico campionato vissuto sulle rive salentine dello Jonio. il 3-5-2 dell’ex centrocampista della Roma imballa lo schieramento avversario e i gemelli del gol Ciro Ginestra e Davide Di Gennaro danzano sul rettangolo verde. Ginestra al 28′ firma il vantaggio con una traiettoria perfetta da fuori area e al 52′ l’ex Lucchese conclude al meglio la sua fuga nel cuore della difesa tarantina con un destro in buca d’angolo che beffa Faraon. Il solito Dionigi, esponente del “guardiolismo” nella città dei Due Mari con la nomina per la panchina pochi mesi dopo, dimezza lo svantaggio ma non basta: il Gallipoli è corsaro a Taranto.

I venti convocati di mister Mangiapane per la partita di domani, con fischio d’inizio alle 14:30:

PORTIERI: Costantino (’94), Gabrieli;

DIFENSORI: Berteina (’95), Cornacchia, Gigante (’96), Levanto (’94), Mauro, G. Rizzo, Rosato;

CENTROCAMPISTI: Cortese (’95), Legari, Marangon, Mariano (’95), Mbida, Portaccio (’96), Santonocito;

ATTACCANTI: Canzoneri (’95), Di Maira (’94), Negro (’95), Sopcic.

Le probabili formazioni:

Taranto (3-4-3): Mirarco; Prosperi, Ibojo, Marino; Cicerelli, Ciarcià, Marsili, Porcino; Gabrielloni, Genchi, D’Avanzo. All. Battistini

Gallipoli (4-2-3-1): Gabrieli; G.Rizzo (Mauro), Cornacchia, Rosato, Gigante; Mariano, Mbida; Negro, Santonocito, Legari; Di Maira. All. Mangiapane

Sarà Fabio Pasciuta della sezione di Agrigento a dirigere Taranto-Gallipoli, incontro valido per la ventiseiesima giornata del Girone H. I suoi assistenti, invece, saranno Simone Piccirilli e Gabriele Avellani, entrambi della sezione dell’Aquila.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.