Tempo di lettura: 3 minuti
Alberto Bollini
Alberto Bollini, allenatore U.S. Lecce

LECCE (di Car. Tom.) – Trova la Salernitana del carismatico e vulcanico patron Claudio Lotito, proprio colui che nel 2010 lo ha voluto alla Lazio, e il tecnico Alberto Bollini, alla vigilia del big match contro la prima della classe, sa benissimo che non sarà una partita facile per il suo Lecce che scenderà in campo, come sempre, per i tre punti: “La Salernitana, con l’organico di cui dispone, a mio parere, potrebbe disputare anche un ottimo campionato di serie B. Hanno notevoli qualità individuali -spiega l’allenatore di Poggio Rusco- hanno esperienza e in questo momento entusiasmo. Noi cercheremo di fare ancora di più di quello fatto fino ad adesso. Lotito? Non lo sento da un po’, dai primi di febbraio quando abbiamo parlato a lungo e poi l’ho sentito solo un’altra volta (sorride, ndr). Alla Lazio mi ha voluto proprio lui nel 2010, con Cataldi, Onazi e Keita che sono tutt’oggi delle soddisfazioni personali. Da quando sono sulla panchina del Lecce la prerogativa è sempre stata quella di avere intensità. In queste cinque gare a volte l’abbiamo fatto bene altre meno. Dovremo essere bravi ad essere squadra e viste le gare ravvicinate la condizione fisica avrà un ruolo importante. Credo che per il primo posto sia ormai una lotta a due tra i nostri avversari di domani e il Benevento. Dobbiamo continuare sulla scia delle ultime partite e contare sull’apporto del nostro pubblico che deve essere bravo a trascinarci nei momenti di difficoltà che incontreremo, proprio come ha fatto nelle ultime gare casalinghe con Messina e Juve Stabia”.

LE ASSENZE – Non saranno del match infrasettimanale gli squalificati Walter Lopez e Davide Moscardelli, e gli infortunati Mariano Bogliacino, Romeo Papini e Gabriel Sacilotto: “Venerdì scorso avevamo diverse assenze nello stesso reparto. In momenti importanti, come lo era la gara con la Juve Stabia, o vai in difficoltà o dimostri di essere squadra e noi questo l’abbiamo fatto vedere. Anche domani avremo diverse defezioni, ma se siamo gruppo dobbiamo continuare ad esserlo nel migliore dei modi. Come si disporrà domani la Salernitana? Io penso a come si schiererà il mio Lecce e non a loro. Dovremo cercare di coprire bene il campo e credo, poi, che sarà una sfida avvincente e bella. Miccoli titolare? Fabrizio si sta rendendo utile e sta dando tanto a questo gruppo, anche soffrendo a modo suo in panchina e il nostro rapporto è molto schietto. La sua professionalità è evidente, così come l’attaccamento al Lecce”.

OCCHIO ALLA CAPOLISTA – Un avversario, insomma, ostico e arduo da battere: “Come numero in rosa e di forza i campani sono una squadra importante, anche come individualità. Ad oggi hanno 61 punti che è il record di tutti e tre i gironi, hanno la miglior difesa della Lega Pro e hanno subito solo 5 gol in tutte le trasferte. Non sarà una gara facile e dovremmo essere bravi a saperci smarcare e ad occupare il campo. La Salernitana va rispettata, è forte reparto per reparto, poi hanno Calil e Nalini, che possono essere determinanti in una partita e non solo loro…”.

Qui di seguito il video con le dichiarazioni del tecnico giallorosso alla vigilia del big match in programma alle ore 20:30 al “Via del Mare” e valido per la 29esima giornata di ritorno del girone C.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.