Tempo di lettura: 5 minuti
pagelle Lepore
Lepore esulta dopo il gol

LECCE (di Pierpaolo Sergio) – Nelle pagelle di Lecce-Juve Stabia, l’attesa sfida tra la terza e la quarta forza nel Girone C del campionato di Lega Pro, a brillare è la stella tutta giallorossa di Checco Lepore. È lui il match-winner della sfida al vertice che metteva in palio punti pesanti in chiave play-off. Con una sassata da fuori area, ad una decina di minuti dalla fine della contesa, il jolly della formazione di mister Alberto Bollini ha regalato la vittoria ad un Lecce voglioso di riscatto dopo l’inopinato ko di Caserta e più forte di tutte le avversità che si sono scatenate nei confronti della squadra salentina. La truppa di Diniz e compagni, infatti, contro le “Vespe” di Pippo Pancaro (tutt’altro che pungenti) lamentava non poche assenze per infortuni e squalifiche. Inoltre, le condizioni atmosferiche che riguardano il Salento non erano affatto clementi. Infine, a complicare ulteriormente i piani ai giallorossi sono intervenuti il forfait di Sacilotto in apertura di gara ed un arbitraggio assolutamente non all’altezza di una sfida tanto delicata. Il Lecce, più forte di tutto ciò, ha conquistato 3 punti importanti ed ora si proietta già al secondo scontro-verità di mercoledì sera con la Salernitana che tanto potrà contare sulle possibilità della formazione di Bollini di agguantare un posto negli spareggi promozione.

1. CAGLIONI: Mister Bollini gli riconfermava oggi la fiducia pur dopo le incertezze dimostrate nella gara di Caserta. Il ruolo del portiere è uno dei più delicati all’interno di una squadra ed anche il tecnico ex Primavera della Lazio lo sa bene. Lui risponde con una gara senza sbavature nelle rare occasioni in cui la Juve Stabia si è affacciata dalle sue parti. VOTO: 6

2. MANNINI: Inizia sulla linea dei difensori e poi, dopo l’uscita anzitempo di Sacilotto, viene dirottato a centrocampo dove dimostra di trovarsi più a suo agio. VOTO: 6.5

3. LOPEZ: In questa gara è apparso più tonico e concentrato. Ha spesso premuto sull’acceleratore per creare superiorità numerica in attacco e crossare palloni utili in mezzo per la boa-Moscardelli, sia pure non sempre precisi, ma le condizioni del manto erboso viscido per la pioggia non lo aiutavano certo. Ammonito con eccessiva leggerezza in apertura di partita, salterà lo scontro con la Salernitana di Lotito. VOTO: 6

4. DINIZ: Nonostante le insidie del terreno di gioco appesantito e scivoloso, si dimostra il più attento e pulito della retroguardia giallorossa. La fascia di capitano gli ha dato freddezza glaciale nell’annullare Di Carmine e chiudere ogni varco davanti a Caglioni. VOTO: 7

5. VINETOT: Bella partita anche per l’ex Crotone che in coppia con Diniz ha annichilito le fin troppo rinunciatarie punte ospiti. Se la Juve Stabia non ha mai visto la porta del Lecce il merito è anche suo. VOTO: 6.5

6. SACILOTTO: Era l’unico centrocampista di ruolo su cui Bollini poteva contare oggi. Un duro contrasto a metà campo lo mette però subito fuori uso in avvio di gara. VOTO: S.V. ——— (dall’11’) 13. BEDUSCHI: Nonostante una iniziale fase di assestamento non priva di ansie e imprecisioni, col passare dei minuti prende dimestichezza con il prato infido e con gli avversari che gravitano nella sua zona di competenza. Nel secondo tempo si propone con fluidità in avanti e tarpa le ali stabiesi impedendo alle Vespe di volare come vorrebbero. VOTO: 6.5 

7. DOUMBIA: Il franco-maliano rientrava in campo dopo l’infortunio subito nel derby di Barletta e non sono mancate le difficoltà nel ritrovare passo e condizione gara. Inizia a destra ma l’allenatore vede che non è quella la fascia a lui più congeniale, così lo sposta sull’out opposto ma stenta comunque a trovare le giuste misure. VOTO: 5.5 ——— (dal 58′) 17. EMBALO: Qualche sprazzo e poco più per il veloce esterno d’attacco arrivato a Lecce nel mercato di gennaio che ha però il merito di puntare l’uomo e creare apprensione nella retrovia campana. VOTO: 6

8. LEPORE: L’uomo della Provvidenza. Vede arrivare la palla in uscita dall’area di rigore ospite e non ci pensa due volte a catapultarsi a calciarla, superando un sempre vigile Pisseri e siglando il gol della vittoria del “suo” Lecce, sotto la “sua” Curva Nord. La gioia incontenibile dopo la rete lo ripaga di tutti i sacrifici che il duttile calciatore leccese sta affrontando per la causa giallorossa. Il migliore in campo anche nel ruolo di play finora mai ricoperto. VOTO: 7.5

9. MOSCARDELLI: Si fa ammonire un po’ ingenuamente dall’ineffabile arbitro Marini per proteste e, da diffidato, salterà il big match con la Salernitana. Peccato perchè, pur non brillando sotto-porta come gli capitava fino a poche settimane addietro, fa reparto da solo e lotta come un leone su un terreno infame. Sfiora in un paio di circostanze la rete che gli viene negata da un ottimo Pisseri. VOTO: 6

10. HERRERA: L’emergenza che regnava in casa-Lecce lo porta a doversi confrontare in un ruolo a lui poco congeniale. Bollini, a fine gara, ha dichiarato che se fosse più convinto dei propri mezzi tecnici potrebbe fare cose egregie. In attesa di cogliere i frutti di un lavoro mirato in tal senso, il panamense gioca una gara senza infamia e senza lode. VOTO: 6

11. GUSTAVO: Innamorato del dribbling e della giocata di fino anche quando occorrerebbe tirare di spada più che di fioretto, spesso perde l’attimo buono per rendersi realmente pericoloso. Fumoso e inconcludente in avanti, macina chilometri ed almeno tiene in apprensione la difesa gialloblù, ma lì in attacco serve come il pane qualcuno che finalizzi e tiri in porta. VOTO: 5.5 ——— (dall’84’) 14. DI CHIARA: Scampoli di partita per l’ex Catanzaro che viene schierato in un centrocampo a 5 per arginare le velleitarie manovre offensive della Juve Stabia nel finale di match. VOTO: S.V.

All. BOLLINI: Obbligato a scelte forzate, manda in campo una squadra tonica e combattiva, che si dimostra più forte di ogni assenza ed avversità. Lepore gli toglie le castagne dal fuoco con il suo eurogol e fa sì che il futuro sia ancora all’insegna dell’ottimismo e della possibilità di lottare per un posto nei play-off. VOTO: 6.5

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.