Tempo di lettura: 2 minuti

ultrà Lecce Curva Nord striscioniLECCE (di Massimiliano Cassone) – Si vivono giorni strani nella Lecce calcistica… si gioca su più tavoli. Alberto Bollini prepara la delicata sfida interna contro il Messina in programma lunedì sera, la società tace aspettando di fissare i secondi appuntamenti con i probabili futuri acquisitori del pacchetto di maggioranza. I tifosi attendono increduli perché, se da una parte nessuno pensava che potessero esserci degli acquirenti immediati, dall’altra nessuno si aspettava che Tesoro lasciasse veramente. I detrattori della famiglia originaria di Spinazzola gongolano sperando che arrivi qualcuno che sia a loro più gradito.

Tutto questo è la giusta conseguenza della conferenza stampa che, con un fiume di “perché”, ha inondato l’ambiente.  Una domanda nasce istintiva: “Savino Tesoro pensava che non ci fosse qualcuno a manifestare interesse immediato?”. Nel suo inconscio il numero uno del sodalizio di Piazza Mazzini, pensava di poter ritornare sui suoi passi e continuare, magari in B, il suo progetto? Vero è che il pacchetto di maggioranza della società è ancora nelle sue mani e può fare quello che vuole, decidendo magari di rimanere. Parte dell’ambiente gioirebbe se dovesse accadere, ma come reagirebbe l’altra parte?

Come abbiamo “sviscerato” nei giorni scorsi con il nostro lavoro certosino, la settimana prossima l’agenda del Patron dovrebbe essere abbastanza colma di appuntamenti.

Savino Tesoro
Savino Tesoro

Gianni Milani che è stato in Puglia, non nel Salento, nei giorni scorsi (mercoledì e giovedì), ha sistemato le garanzie (notizia certa ed appurata) che Tesoro chiede ed è pronto, dopo ave mandato in avanscoperta domenica scorsa il suo uomo di fiducia Massimiliano Lippolis, a fissare un appuntamento per provare a chiudere in prima battuta la trattativa; l’imprenditore frusinate fa sul serio. Ha le idee molto chiare e in modo concreto non vuole perdersi dietro a delle clessidre del tempo che girano a vuoto. 

Vincenzo Morabito e Ludovic Fattizzo, con l’investitore (sceicco) alle spalle ancora sconosciuto, dal canto loro hanno già un appuntamento che pare sia per il 24 febbraio. Anche loro fanno sul serio.

antonio tesoro
Antonio Tesoro

Nelle ultime ore poi è balzata allo scoperto la voce che ha trovato conferma nel programma televisivo condotto dal collega Bruno Conte, di una cordata salentina coadiuvata da Amorino Ingrosso e Marcello Barone pronta a tentare di prendere il Lecce. 

Cosa deciderà ora Savino Tesoro? Il mistero è in equilibrio su mille domande.

L’unica certezza è che lunedì in campo i ragazzi dovranno lottare per continuare a vincere e per sognare di fuggire via da questa strana categoria… e poco importa se il presidente sarà Tesoro, Milani, Morabito o chicchessia; Lecce ha voglia di calcio giocato, Lecce ha nostalgia della serenità perduta.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.