Tempo di lettura: 1 minuto
Caglioni
Nicholas Caglioni, portiere Lecce

LECCE – Jefferson Oliveira, Nicholas Caglioni, Matteo Ardemagni e Francesco Signori  sono stati condannati per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, con una pena di sei mesi (sospesa con la condizionale) per un episodio del 2012 quando i 4 giocatori giocavano nel Modena.

IL FATTO – Ritorniamo al 12 gennaio del 2012, giorno in cui il brasiliano Jefferson Oliveira (ora alla Juve Stabia) invita i compagni Matteo Ardemagni (recentemente passato al Perugia), Nicholas Caglioni e Francesco Signori (ancora a Modena) a trascorrere una serata in casa propria, per una serie di sfide alla Playstation.  I quattro giocatori si erano fatti prendere la mano e per i vari schiamazzi notturni i vicini avevano allertato le forze dell’ordine, con i vigili urbani che si videro sbattere letteralmente la porta in faccia e furono costretti a richiedere l’intervento dei Carabinieri per placare gli animi. Non finisce qui: due giorni dopo Ardemagni va a segno in un match contro il Varese e  decide di festeggiare con una finta paletta da vigile urbano da sventolare verso i tifosi e postare, subito dopo, su Instagram. Il bergamasco Caglioni, come se non bastasse, commenta: “Mi sembra di conoscerla quella palettina“, scrive il portiere continuando a scherzare sull’accaduto.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.