Tempo di lettura: 1 minuto
TOPFLOP
TOP&FLOP di Lecce-Savoia

LECCE (di Carmen Tommasi) – La prima vittoria dell’era Alberto Bollini è arrivata. Tre punti ottenuti grazie ad una prestazione di sostanza e intelligente tatticamente da parte della formazione giallorossa che, contro il Savoia di mister Aldo Papagni, ha avuto solo l’unica pecca di non chiudere la gara, terminata 1-0, con un risultato più ampio.  Tutti promossi tra i salentini che ora, per la sesta giornata di ritorno venerdì sera, saranno impegnati in trasferta con la Paganese.

DIFESA

Top – Giuseppe Abruzzese: ORDINATO. Guida con il solito carisma e disinvoltura tutto il reparto arretrato giallorosso e rimane concentrato fino al fischio finale. A volte, non è elegante nei movimenti ma il Lecce sembra non poter più fare a meno dell’ex Crotone. Cerca e va vicinissimo al gol di testa. IDEE PROFICUE.

CENTROCAMPO

Top – Romeo Papini: INCISIVO. Se non sono belli, preferisce non segnarli: ironia a parte il “Papo” con i calabresi ha messo a segno un eurogol che è valso i tre punti al Lecce. Partita di sostanza e di sacrificio quella dell’ex Carpi, ma anche di intelligenza tattica nonostante non sia al top fisicamente (per un problema al ginocchio destro accusato dopo il match con la Reggina e per una brutta botta presa nel primo tempo di ieri alla coscia). Ma lui, non si preoccupa e lotta fino a fine match. RIECCO “RE PAPO” E CHE GOL.

ATTACCO

Top – Davide Moscardelli: GIÙ IL CAPPELLO. Solita prestazione generosa, grintosa e a favore della squadra per il 35enne bomber romano a cui è mancato solo il gol. Ma l’ex Bologna ci è andato vicino in più di un’occasione, colpendo anche una traversa. GENEROSO, MA QUANTE OCCASIONI PERSE…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.