Tempo di lettura: 2 minuti
Lopez Est
Walter Lopez a tu per tu con i tifosi della Est

LECCE (di Pierpaolo Sergio) – Il terzino sinistro del Lecce Walter Lopez, da buon sudamericano, è un giocatore dal temperamento focoso, che ci mette sempre la faccia e che non teme di dire ciò che pensa. Ne dà dimostrazione praticamente in tutte le gare in cui scende in campo, a volte eccedendo in atteggiamenti autolesivi che gli costano spesso cartelli gialli ed espulsioni. Ieri pomeriggio, nella vittoriosa gara contro la Lupa Roma, al triplice fischio finale dell’arbitro, mentre gli altri suoi compagni si radunavano nel cerchio di centrocampo per salutare la Curva Nord ed il resto degli spettatori presenti sugli spalti dello stadio “Via del Mare” (erano in 3.603), l’uruguaiano ha avuto un deciso faccia a faccia con alcuni tifosi giallorossi che si trovavano in Tribuna Est. Evidentemente, il difficile momento che il calciatore sta attraversando e che non gli sta permettendo di rendere come meglio può e sa è stata la miccia che rischiava di incendiare un post-match in cui bisognava più che altro festeggiare il ritorno alla vittoria, sia pure sudato, della formazione di mister Dino Pagliari.

Nelle immagini prontamente catturate dal fotografo de Leccezionale, Michel Caputo, si può cogliere la tensione iniziale del confronto tra Lopez ed alcuni supporters leccesi. Qualche considerazione ad alta voce nei suoi confronti ha portato il laterale difensivo sinistro ad andare a chiarirsi con chi gli aveva rivolto frasi probabilmente non proprio amichevoli. Ma è bene sottolineare come la situazione non sia mai trascesa. Le due parti si sono confrontate sì con decisione, ma civilmente, con Walter Lopez che ha poi afferrato la maglia giallorossa e fatto segno di tenerci indicando lo scudetto cucito all’altezza del petto a chi probabilmente gli contestava un rendimento altalenante e le recenti voci di mercato che lo vorrebbero nel mirino dell’odiato Frosinone.

APPARTIENE A NOI campagna abbonamenti '14 - 4 giocatoriÈ stato un gesto azzeccato, a mo’ di quello immortalato nella foto utilizzata dall’U.S. Lecce la scorsa estate per lanciare la campagna abbonamenti 2014/’15, in cui lo stesso calciatore sudamericano, insieme a capitan Miccoli, Moscardelli e Papini afferravano orgogliosi la casacca del club salentino di cui sono in qualche maniera riconosciuti come simboli.

Quel gesto è certamente piaciuto ai tifosi salentini che avevano urlato qualcosa all’indirizzo dell’uruguaiano, tanto che il tutto si è rapidamente risolto con frasi d’incitamento e sostegno verso il terzino sinistro e la squadra, invitati a dare sempre il massimo, nella speranza che il periodo buio del Lecce stia per essere lasciato alle spalle.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.