Tempo di lettura: 2 minuti
10909695_10204245612673012_67205240_o
Dino Pagliari, allenatore U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Finalmente il Lecce è tornato a vincere e il tecnico Dino Pagliari può tirare un sospiro di sollievo. Il 2-1, seppur sofferto nella ripresa, con cui i giallorossi hanno battuto al “Via del Mare” la Lupa Roma fa ben sperare per il futuro: “Vittoria sofferta? Così volevamo vincere, perché è proprio questo quello che dicevo alla vigilia ai miei ragazzi: quando vuoi ottenere una cosa lo fai insieme, nelle difficoltà, dividendo le corse e le fatiche. Questo è un risultato meritato -spiega il tecnico giallorosso- perché prima del rigore abbiamo fatto bene, poi sono usciti degli scheletri dagli armadi, ma è proprio per questo che è stata una vittoria piacevole”.

VINCERE INSIEME – Dopo il gol che ha portato sul 2-1 gli avversari, il Lecce ha sofferto il pressing degli ospiti: “Tutte le cose che non sono andate vanno valutate e analizzate, ma la cosa buona è che nonostante le difficoltà abbiamo vinto. Abbiamo iniziato a capire che ci si può difendere collaborando, dopo un primo tempo scoppiettante e piacevole. La testa governa tutto e per noi questa è una vittoria fondamentale. Quando ottieni un obiettivo è perché non hai permesso agli altri di raggiungerti; questo è il nostro mestiere. Del secondo tempo ne parleremo, ma prima voglio farlo con i miei ragazzi. Mi chiedete perché sul primo gol di Moscardelli tutti hanno abbracciato Doumbia? Perché Davide è troppo grosso (sorride, ndr). Ma no, forse perché Dudù è quello che sentiva più pressione di tutti. Moscardelli ha preso una botta, ma non è niente di preoccupante (problema alla caviglia sinistra, ndr)”.

RUOLI INEDITI – Sacrificarsi per vincere: è questo quello che vuole l’ex Pisa: “Lepore terzino destro? Quando c’è gente che è disponibile a fare dei ruoli non propri vuol dire avere voglia di giocare insieme. Oggi l’ha fatto anche Salvi e la vittoria è importante perché si sta definendo un’identità e stiamo iniziando a giocare insieme. Il rientro di Mannini importante sull’out destro? Io mi aspetto tanto dal rientro di tutti, anche da quello di Diniz e non solo. Abbiamo elementi di talento in squadra e dobbiamo costruite un habitat dove tutti possono esprimersi”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.