Tempo di lettura: 2 minuti
Luis Sacilotto intera
Gabriel Sacilotto, centrocampista U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – A guardarlo dritto negli occhi sembra dare la certezza che il Lecce possa raggiungere l’obiettivo prefissato a fine stagione, a vederlo sorridere sembrano del tutto passati i momenti “no” del dicembre nero dei tre k.o. di fila e a sentirlo parlare ritorna limpida la speranza che con la Vigor Lamezia il Lecce possa fare bene. Gabriel Sacilotto, fresco di festeggiamenti per il primo dell’anno rigorosamente in famiglia, non vede l’ora di scendere in campo per poter riscattare insieme ai suoi compagni di squadra l’ultimo periodo negativo che ha portato all’esonero del tecnico Franco Lerda: “Dobbiamo guardare avanti con fiducia e determinazione, alzare la testa e ripartire. Metterci un po’ tutti la mano sulla coscienza –spiega il centrocampista brasiliano- lavorare duro e fare bene già con la Vigor Lamezia. Siamo dei ragazzi esperti e sappiamo come vincere, sappiamo che non sarà facile, ma vogliamo iniziare il 2015 con una nuova testa”.

VECCHIA CONOSCENZA – Il cambio di guida tecnica sembra aver portato una ventata di rinnovamento in casa giallorossa: “Ora è arrivato mister Pagliari, che già conoscevo, con lui sono stato un anno e mezzo a Lanciano. Dove mi faceva giocare? Centrale di centrocampo. In questi allenamenti stiamo lavorando sul 4-4-2, questa è l’idea del nostro nuovo allenatore. Il mister ha le sue idee e convinzioni, sta a noi seguirlo per metterle in pratica. Gli ho detto che siamo un gruppo unito e che vogliamo andare tutti dalla stessa parte, lui ci ha detto che siamo forti, ma che dobbiamo lavorare bene per riprenderci il nostro percorso”.

Doumbia, leccezionale.it
Abdou Doumbia, Gabriel Sacilotto e Walter Lopez

IL MEA CULPA – I tre k.o. di fila della gestione Lerda hanno lasciato l’amaro in bocca nella formazione giallorossa: “Purtroppo le cose sono andate male ultimamente, ma dobbiamo prendere sia gli aspetti positivi che negativi di quello che è successo. Non so spiegare cos’è andato storto. Ora nel 2015 dobbiamo ripartire con una nuova testa, un nuovo atteggiamento e lavorare sodo per raggiungere il nostro obiettivo. Noi giocatori abbiamo fatto autocritica per questo periodo difficile che stiamo vivendo. Abbiamo parlato tra di noi, ma con la giusta personalità siamo convinti di poter superare questo momento”.

SOGNANDO LA VETTA – Il centrocampista giallorosso crede che il primo posto, nonostante i nove punti di distacco, sia ancora possibile: “A mio modo di vedere la vetta della classifica è ancora un obiettivo che si può raggiungere, mancano 20 gare alla fine del torneo. Non si può più sbagliare, dovremo guardare solo a noi stessi e alla fine vedremo. Ciò che non deve mancare, però, è la convinzione che possiamo farcela: dal sei contro la Vigor Lamezia dobbiamo ripartire non al 100 percento, ma al mille percento, perché sappiamo che non possiamo più fallire e di questo ne siamo tutti consapevoli”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.