Tempo di lettura: 2 minuti

Lerda e ChiniLECCE (di Carmen Tommasi) – “Oggi è stata una giornata negativa per tutti, me per primo. Poi, vedendo il risultato delle altre, di Benevento e Salernitana, il rammarico è doppio. Abbiamo commesso troppi errori, è stata una partita da dimenticare”: così il tecnico Franco Lerda, nel post match di Lecce-Martina Franca, che fa mea culpa per il brutto k.o. subito dai suoi, il secondo di fila, contro i bianco-azzurri di mister Salvatore Ciullo.

BRUTTA BATOSTA – L’avvesario non era da sottovalutare per l’allenatore giallorosso, ma la sconfitta del Lecce è stata del tutto inaspettata: “Si, quella di oggi è stata una brutta batosta, ma nel calcio bisogna mettere tre risultati in preventivo. Non pensavamo, però, a questo risultato così negativo. Ma loro si sono chiusi molto bene, noi abbiamo fatto fatica nel giro palla e la partita è stata troppo lenta. In un paio di occasioni, nel primo tempo, siamo andati vicini a gol, con Bogliacino e Moscardelli, ma non abbiamo fatto bene. Nel secondo tempo, abbiamo fatto qualcosa di meglio, ma poi abbiamo sbagliato sulla trequarti e così è arrivato il loro vantaggio. Abbiamo avuto qualche altra occasione sullo 0-0, ma sempre nelle difficoltà enormi che abbiamo trovato e loro, poi, hanno chiuso a dovere tutti gli spazi”.

LECCE IRRICONOSCIBILE – Rispetto alle ultime gare i giallorossi sembrano aver fatto un grosso passo indietro a livello caratteriale e di prestazione: “Il mio Lecce con meno fame? Il problema è che quando hai la palla nei piedi devi farla girare veloce, il Martina si chiudeva molto bene e noi abbiamo sbagliato tanti passggi. La palla l’avevamo noi, ma non eravamo aggressivi. Nel complesso abbiamo avuto difficoltà in tutti i reparti. Sul piano della prestazione abbiamo sbagliato tanto e questo Lecce sembrava il fratello brutto di quello visto a Foggia, seppur siamo usciti anche in quella gara sconfitti. Loro hanno fatto molto bene la fase di non possesso e a noi rimane solo un grosso rammarico, anche per i risultati delle altre. In troppi non stavano bene, non riucivamo quasi mai saltare l’uomo. Brutta partita”, conclude un rammaricato e deluso allenatore giallorosso fischiato, insieme a tutta la squadra, a fine partita dal pubblico del “Via del Mare”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.