Tempo di lettura: 3 minuti
I quattro acquisti granata con le nuove maglie da gioco (foto acdnardo.it)
I quattro acquisti granata con le nuove maglie da gioco (foto acdnardo.it)

NARDÒ (di G.De Pandis)- Quattro importanti colpi prima del match altrettanto importante contro il Vieste. L’ACD Nardò pensa in grande e, oltre ai già annunciati Vincenzo Corvino e Daniele Fiorentino, si assicura il difensore classe 1996 Cosimo Damiano Margagliotti, scuola Lecce e proveniente dal Chieti, ed il centrocampista 21enne Yuri Papi, atleta con esperienze in C2 a Borgo a Buggiano e Gavorrano prima dell’ultimo step precedente al ritorno in Salento in quel di Pietrasanta. I quattro nuovi acquisti, presentati oggi insieme alla nuova maglia da gioco che caratterizzerà la stagione del Toro, sono pronti a dire la loro già da domani, giornata in cui il Nardò sfiderà la capolista Atletico Vieste nel match di cartello della tredicesima giornata del campionato di Eccellenza Pugliese, partita dove tutte le big del campionato tiferanno per i granata, al fine di evitare la fuga solitaria della squadra garganica.

Obiettivi ambiziosi- Il presidente Maurizio Fanuli, in sede di presentazione dei nuovi calciatori, ha tracciato la linea guida del campionato del Nardò: “Lotteremo per le posizioni di vertice, la scelta operata su mister Ragno e su questi ragazzi va letta in questa direzione”. I nuovi acquisti poi hanno fatto eco alle dichiarazioni del patron. Corvino, ritornato a Nardò dopo le tre stagioni in Serie D, ha identificato nel salto di categoria il suo sogno: “Voglio portare la squadra in Serie D”. Non è da meno anche Fiorentino, ex Altamura con un passato di lusso tra Bari e Martina: “Dopo un passato importante, sono felice di approdare in questa piazza molto importante, che tra l’altro conosco”. Emozioni forti per il giovane under Margagliotti, orgoglioso di vestire la maglia della sua città.

Gianluca Sciangalepore, nuovo attaccante del Vieste, in gol l'anno scorso contro il Lecce Berretti con il Foggia
Gianluca Sciangalepore, nuovo attaccante del Vieste, in gol l’anno scorso contro il Lecce Berretti con il Foggia

Matricola terribile Vieste– Con la forza del gruppo si va ovunque. L’Atletico Vieste fa sul serio: la matricola garganica sembra ormai molto più di una sorpresa. La compagine del presidente Spina è per ora la battistrada del campionato di Eccellenza grazie ad un rendimento eccelso, fatto di 9 vittorie, 2 pareggi ed 1 sola sconfitta (nel derby dauno con l’Ascoli Satriano), con titolo di migliore attacco e migliore difesa ben saldo grazie alle 20 reti fatte ed alle 6 sole segnature subite. La forza dei biancoazzurri è racchiusa in un collettivo ben plasmato nel corso degli anni. L’undici dell’allenatore 39enne, sbarcato in Eccellenza direttamente dalla Seconda Categoria, competizione dove guidava il Peschici, è una scommessa vinta, e la partita di Nardò potrà imprimere la svolta decisiva al campionato dei garganici, stagione già caratterizzata dagli alti delle vittorie contro la corazzata Francavilla e col Mola. La voglia di successo del sodalizio viestano è evidente anche dal comportamento sul calciomercato: sulle rive garganiche dell’Adriatico è sbarcata la punta centrale classe 1995 Gianluca Sciangalepore, scuola Foggia, reduce dall’esperienza poco felice a Crema.

Giuseppe Frisenda
Giuseppe Frisenda

Probabili undici– Nicola Ragno, oggi impegnato nella rifinitura pre Nardò-Vieste, ha lavorato intensamente per preparare l’importante partita contro i garganici sempre schierando i suoi ragazzi con il tanto amato 4-4-2 proposto anche nel debutto in quel di Bitonto. In porta Giuliano Picco dovrebbe riprendere il suo posto tra i pali, a scapito dell’otrantino Caroppo. I terzini De Giorgi e Mancarella saranno poi gli estremi laterali di una difesa che poi sarà completata da De Icco e Romeo. A centrocampo, il neoacquisto Fiorentino sarà lanciato al centro insieme con Carlo Vicedomini. Sulle fasce Palmisano e Caporale supporteranno il duo offensivo formato da Beppe Bozzi e Vincenzo Corvino, al secondo debutto con la maglia del Nardò. Luigi Rana, non al meglio per una contrattura alla spalla, partirà dalla panchina.

Frisenda torna a Copertino– I quattro acquisti operati dal d.s. Corallo non sono l’unico movimento finora operato dal Nardò. Giuseppe Frisenda ha lasciato il Toro con rescissione consensuale per ritornare a vestire la maglia del “suo” Copertino, invischiato nei campi della Prima Categoria, dimostrando attaccamento ai colori rossoverdi scendendo di due categorie.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.