Tempo di lettura: 1 minuto

Un mercato con andamento altalenante quello residenziale in Puglia. A Lecce il numero delle compravendite di abitazioni nel primo semestre 2014 segna un rialzo del 32% rispetto allo stesso periodo del 2013, e anche Taranto mostra segnali di crescita (+2,7%). Sul versante opposto, nella città di Bari, invece, le compravendite arretrano dell’11,4%. Più contenuta la flessione a Foggia (7,5%), sostanzialmente invariata la situazione di Brindisi (-0,6%). I dati sono dell’Agenzia delle Entrate.

Per quanto riguarda l’ambito provinciale, il quadro risulta parzialmente diverso: resta pressochè immutato, infatti, il numero delle compravendite di abitazioni nella provincia di Bari, con uno 0,5% in meno nel primo semestre 2014, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il barese resiste anche rispetto all’incidenza delle compravendite sul totale regionale: il 40,3% delle unità immobiliari a destinazione abitativa acquistate e vendute in Puglia nel primo semestre 2014 si trovano, infatti, proprio in provincia di Bari. L’incremento più significativo, a livello di province, si registra nel tarantino (+4,3%) e in provincia di Brindisi (+3,5%), in controtendenza rispetto al capoluogo. Segue la provincia di Lecce con una crescita dell’1,4%, mentre la provincia di Foggia viaggia sostanzialmente in linea con il suo capoluogo (-5,2%).

Nel complesso, i dati pugliesi parlano di 12.976 transazioni effettuate nel primo semestre 2014, per un’incidenza pari al 6,25% sul totale delle compravendite nazionali. La Puglia conferma, nel suo insieme, per i primi 6 mesi del 2014, il dato già registrato nel primo semestre 2013, a fronte di una lieve crescita presente, invece, nel mercato immobiliare su scala nazionale.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.