Tempo di lettura: 2 minuti

Meteo, leccezionale.itAltre piogge interesseranno l’Italia per tutto il resto della settimana“: lo ha confermato  il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “il Mediterraneo occidentale continuerà infatti ad essere sede di basse pressioni, che influenzeranno negativamente il tempo anche sulla nostra Penisola. Giovedì piogge e rovesci diffusi, anche a sfondo temporalesco sulle tirreniche, eccetto che tra Calabria e Sicilia dove ci saranno maggiori schiarite; nevicate torneranno ad interessare le Alpi questa volta a quote più basse, sin verso i 1000-1300 m ma anche a quote inferiori su cuneese e tarvisiano. Venerdì altre piogge e temporali al Centrosud, questa volta anche su Calabria e Sicilia, mentre al Nord i fenomeni tenderanno ad attenuarsi a partire dalle Alpi con anche qualche locale apertura”.

“Nel weekend nuova perturbazione in particolare nella giornata di sabato –prosegue l’esperto- con piogge su gran parte della Penisola, salvo forse che sul Nordest dove i fenomeni dovrebbero risultare scarsi se non assenti. Domenica le correnti iniziano a disporsi dai quadranti settentrionali, risultando più fredde ma anche secche: tempo dunque in miglioramento al Nord mentre piogge e rovesci sparsi interesseranno ancora il Centrosud con neve questa volta anche sull’Appennino fin sotto i 1500m”.

“Per l’Immacolata farà decisamente più freddo, ma ancora prognosi da sciogliere su piogge e nevicate -conclude Ferrara- se infatti è ormai quasi assodato che verremo interessati dalla prima irruzione fredda dal Nord Europa con generale calo delle temperature anche di oltre 6-8°C, rimane ancora da capire quali aree verranno interessate dal maltempo. Attualmente l’ipotesi più probabile è quella di avere rovesci lungo le adriatiche e al Sud con neve anche sotto i 1000m, mentre al Nord e sulle centrali tirreniche prevarrebbe il bel tempo salvo nevicate sulle Alpi di confine. Non è da escludere tuttavia che il maltempo possa interessare anche il Nord, in particolare il Nordest, con neve in tal caso a quote collinari ( ipotesi comunque meno probabile ). I prossimi aggiornamenti meteo saranno decisivi per capirne di più”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.