Tempo di lettura: 4 minuti
Pietro Sportillo, pronto al rientro in difesa
Pietro Sportillo, pronto al rientro in difesa

GALLIPOLI (di G.De Pandis)- Il campo sembra essere quasi un dettaglio, nel quadro di incertezza che ancora una volta travolge il calcio gallipolino. Il presidente Barone, dopo aver preannunciato le dimissioni, è ormai deciso a lasciare la guida del sodalizio di Lungomare Galilei e l’assenza di novità all’orizzonte spaventa i tifosi. Sarebbe un peccato mandare all’aria un progetto più che vincente, dopo la bella promozione dell’anno scorso, come quello affidato alla guida tecnica di mister Sergio Volturo, ma, a detta degli ormai ex vertici sociali del Gallipoli, le promesse non rispettate dai vertici del Comune, intento a promettere in estate un aiuto finanziario al Gallo, hanno giocato un ruolo importante nella scelta operata dalla famiglia Barone. In questa situazione da anti-purgatorio dantesco, la squadra sarà di scena alle 14:30 contro la Gelbison Vallo Della Lucania in una partita che può essere l’ultima di questo capitolo di storia calcistica della Perla dello Jonio.

Vincere per sorprendere– Sul rettangolo verde, Gallipoli-Gelbison, partita valevole per la 13^ giornata di campionato, è una sfida tra una squadra d’alta classifica (il Gallo è terzo a quota 24 punti) e una compagine di metà classifica. Conquistare i tre punti anche contro i campani darebbe un’esemplare iniezione di fiducia all’ambiente, in attesa delle novità sul piano societario ormai imminenti, e porterebbe la scalata degli jonici alla salvezza ad un ottimo “-13” dai 40 punti quando mancano ancora quattro partite alla conclusione del girone d’andata. La squadra, fatta eccezione per la seduta di martedì, si è allenata secondo i normali ritmi imposti dallo staff di Sergio Volturo ed è pronta a una partita che si annuncia ostica e piena di insidie.

L’avversario– La Gelbison, squadra che porta alto il nome del piccolo centro campano di Vallo della Lucania, è al quarto anno consecutivo in Serie D, il secondo nel girone H, dopo i primi due anni passati nel Girone I. La stagione 2012-2013 rappresenta anche il punto più alto del calcio della squadra cilentana, arrivata in finale playoff del Girone I e poi sconfitta per 3-0 dal Cosenza. L’altalenante curriculum dei rossoblù, fatto di 5 vittorie, 1 pari e 6 sconfitte, denota la difficoltà ad imporsi lontano dalle mura amiche. Fatta eccezione per la vittoria del “Viviani” di Potenza alla 2°giornata, la Gelbison ha raccolto un solo punto lontano da Vallo della Lucania, sempre in Basilicata, in casa del Francavilla in Sinni. Rocciosi e sempre vincenti in casa contro le parigrado, a Gallipoli la squadra di mister Pasquale Logarzo dovrà fare a meno dell’attaccante Francesco Sica e del difensore classe 1995 Antonio Gala, secondo goleador dei suoi con 3 centri. A suonare la carica della Gelbison, il cui nome deriva dal monte che sovrasta Vallo della Lucania, ci sarà Vincenzo Varriale, bomber stagionale con 6 gol. L’allenatore ex Real Metapontino recupererà il terzino Alessandro Itri, rientrato dalla squalifica, il portiere Mattia Pescechera e il giovanissimo difensore classe 1997 Antonio Matrullo.

Il bomber Mino Tedesco in azione contro il Brindisi
Il bomber Mino Tedesco in azione contro il Brindisi

Probabile formazione– Il Gallipoli dovrà fare a meno di due tasselli importanti come Pietro Stranieri e Riccardo Cornacchia, entrambi bloccati per un turno di squalifica a causa della quarta ammonizione. Si profilano quindi dei cambi nel solito 4-3-3 di mister Sergio Volturo. Il terzino ex Vieste, una delle giovani sorprese della Serie D, dovrebbe essere sostituito da Giacinto Gigante, pronto a collezionare la terza presenza consecutiva dopo il debutto di due settimane fa contro la Puteolana. Sull’out mancino, Francesco Rotunno dovrebbe riprendersi il posto dopo la panchina di Manfredonia. Nel cuore della difesa, Pietro Sportillo sostituirà Cornacchia e affiancherà capitan Achille Casalino. Solite conferme per il trio di centrocampo Mariano-Zaminga-Legari, con il play ex Andria pronto a catalizzare il gioco dalla propria trequarti di campo. In avanti, potrebbe essere l’ultima partita di Mino Tedesco in giallorosso. L’attaccante brindisino, capocannoniere del Girone H con 9 reti insieme a De Rosa (Cavese) e Molinari (Brindisi), potrebbe essere il primo a lasciare il Gallo nel calciomercato di dicembre, date le numerose squadre, in D ed in Eccellenza, pronte ad accaparrarsi le prestazioni del 33enne. Contro la Gelbison, Tedesco sarà come sempre coadiuvato dagli esterni Giuseppe Negro e Andrea Presicce, stantuffi di questo Gallipoli.

Il numero 1 del Gallipoli Giovanni Costantino
Il numero 1 del Gallipoli Giovanni Costantino

I 21 convocati di mister Sergio Volturo per il match di oggi con fischio d’inizio alle 14:30

PORTIERI

Costantino, Passaseo.

DIFENSORI

Alessandrì, Casalino, Gigante, Levanto, Sportillo.

CENTROCAMPISTI

Filoni, Legari, Mariano, Portaccio, Puglia, Rotunno, Solidoro, Zaminga.

ATTACCANTI

Negro G., Negro M., Presicce, Riezzo, Tedesco, Volpicelli.

Gallipoli-Gelbison sarà diretta da Cosimo Cataldo della sezione di Bergamo. Il fischietto lombardo sarà coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Dimo di Reggio Calabria e Fernando Cantafio di Lamezia Terme (CZ)

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.