Tempo di lettura: 2 minuti

leccesi a BeneventoLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Chilometri di passione solo per amore verso il Lecce. Sono quelli percorsi dagli “irriducibili” componenti del gruppo “Salentini oltre frontiera“, con a capo l’instancabile e vulcanico Angelo Attanasio, particolarmente attivi nel seguire i giallorossi in particolare nelle trasferte al Nord Italia. Si tratta infatti di tifosi originari della provincia di Lecce e del capoluogo stesso che, chi per motivi di lavoro, chi per altre esigenze, si ritrova a vivere lontano dal Salento, alcuni addirittura oltre i confini nazionali, rientrando in Italia dalla Svizzera e dalla Germania ogniqualvolta il Lecce giochi a portata di… gita.

Ma ieri, la smisurata voglia di assistere al big match del “Ciro Vigorito” tra il Benevento e la truppa di mister Franco Lerda ha portato numerosi componenti del gruppo a sobbarcarsi un viaggio lunghissimo fino al capoluogo sannita pur di assistere alla sfida che potrebbe avere notevoli ripercussioni sull’esito finale della stagione, nella speranza di esorcizzare gli “Stregoni“.

C si sguaria tifosi LecceSugli spalti dello stadio beneventano si sono così ritrovati con gli altri tifosi leccesi che avevano raggiunto la Campania partendo direttamente da Lecce e da altre località certamente meno distanti ed hanno trascorso una giornata all’insegna dell’allegria, della goliardia e della gioia più sfrenata grazie al successo della propria squadra del cuore ai danni dell’ancora (fino a ieri) imbattuta formazione di casa.

Sui gradoni dell’impianto sportivo beneventano, la soddisfazione di poter sventolare le proprie bandiere, mostrare orgogliosi le proprie sciarpe, esporre striscioni ed inneggiare ai colori giallorossi li ha ripagati di una trasferta evidentemente proibitiva e dei disagi affrontati lungo il viaggio durato ore ed ore. La squadra che li ha salutati festante a fine gara ha suggellato poi la “giornata perfetta”, in cui il Lecce non solo ha vinto una partita, ma ha lanciato un segnale forte e chiaro alle altre dirette concorrenti nella lotta per la promozione finale in Serie B.leccesi a Benevento 2

E così, il rientro in sede è stato caratterizzato da tanto buonumore e felicità per aver assistito in prima fila alla bella affermazione del Lecce ma, soprattutto, intonando il grido di battaglia che campeggia sulla pagina facebook del gruppo: “Salentini oltre frontiera: non li ferma nessuna barriera“. Per non parlare del “bottino di guerra” che, trattandosi della patria di quei prodotti, non poteva che prevedere liquore Strega e torroncini…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.