Tempo di lettura: 2 minuti

nardò calcioMOLA DI BARI – Così fa male. Il Nardò sfiora il secondo successo consecutivo in trasferta e torna a casa con un punto che sa di beffa dopo una partita dove il gol del pari molese è giunto da un’azione che definire rocambolesca è dire poco. L’1-1 del “Caduti di Supergadi Mola chiude la settimana orribile, ma rimane tanto amaro in bocca. Mister Monaco (squalificato e sostituito in panca dal vice Adamo) cambia veste tattica ai suoi e sfrutta l’assenza di Rana con un 4-4-1-1 caratterizzato dalla coppia centrale De Icco-Romeo, con capitan Antico in panchina, e dal supporto di Antonio De Razza all’unica punta Bozzi. Il 4-3-3 del Mola non spaventa il Toro che, con la propulsione sulle fasce di De Giorgi e la regia di Vicedomini, costruisce una buona occasione con Caporale al 7’ e con lo stesso Vicedomini al 26’. Il Mola risponde, cercando di far valere il fattore campo, ma non crea preoccupazioni alla difesa granata, brava a sbrogliare con Mancarella una situazione pericolosa. Al 33’ il vantaggio neretino: De Giorgi spinge sull’out di competenza e mette al centro un pallone, dove la punta di Caporale basta per battere Petruzzelli. La reazione del Mola c’è ma il tiro di Massimo Fumai finisce fuori. Nella ripresa la squadra barese tenta ancora di aggiustare il match ma la mira non è quella giusta: al 2’ Massimo Fumai da calcio piazzato alza troppo, al 5’ Guglielmi non trova buona sorte con il suo cross e all’8’ Picco para la conclusione di Fieroni. Il Nardò non si fa schiacciare e con Di Silvestro prova a fare la voce alta senza effetti: i tiri dell’ex Copertino all’8’ e al 12’ finiscono fuori dallo specchio. È Caporale, marcatore del vantaggio neretino, a suonare la carica dei suoi: al 22’ il giovane granata serve Bozzi, tiro dell’ex Martina e parata di Petruzzelli. Palmisano e ancora Bozzi provano a chiudere il match ma i tiri dei granata sono ancora fuori. Poi la doccia fredda. Minuto 35 della ripresa. Lancio del molese Tenzone (ex dell’incontro) che arriva al limite dell’area, De Giorgi lo ferma in modo regolare, ma per l’arbitro Lillo di Brindisi l’intervento del difensore di Acquarica è falloso: rigore ed espulsione. Massimo Fumai realizza il penalty ma le recriminazioni per il Toro non finiscono qui. Al 43’ è la traversa a negare il gol a Di Silvestro dopo l’ennesima discesa di Caporale seguita da un velo di Bozzi. Buona prestazione del Nardò, ma il risultato è stato inficiato da un episodio, confermato anche dai calciatori del Mola nel post-partita, valutato a dir poco grossolanamente dal direttore di gara.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.