Tempo di lettura: 3 minuti

Lerda e Chini

LECCE (di Carmen Tommasi) – Battere il Catanzaro del neo-tecnico Massimo D’Urso per continuare a mantenere l’imbattibilità casalinga stagionale che dura da cinque giornate e per conquistare la quarta vittoria di fila, questa è la mission del Lecce, ma il tecnico Franco  Lerda, alla vigilia del match contro i calabresi, in programma domani al “Via del Mare” alle ore 19:30, sa bene che l’avversario è uno di quelli tosti e difficili da affrontare: “Gara non facile? Faccio prima una premessa: volevo dire che mi dispiace tanto per il mio amico e collega Francesco Moriero; so quello che sta provando in questo momento e le mie non sono frasi fatte. Il Catanzaro è un’ottima squadra, ma ferita perché quando non arrivano i risultati – spiega l’allenatore giallorosso – è sempre così quando si stratta di piazze importanti. Hanno un valore individuale da non trascurare ed un gruppo di spessore. Vengono da una sconfitta immeritata e verranno qui a Lecce con il dente avvelenato”.

MASSIMA ATTENZIONE – L’imperativo è quello di scendere in campo con l’atteggiamento giusto sin dai primi minuti di gioco: “Visto che noi domani dobbiamo fare la partita penso che saremo esposti a qualche rischio in più, ma dobbiamo stare molto attenti alle marcature preventive e a come ed in quanti attaccheranno loro. Sarà una partita difficile, ma l’abbiamo preparata bene e mi sono informato per quello che sono riuscito su D’Urso che ha lavorato in piazze dove sono stato anche io in passato, come Crotone. Dobbiamo essere molto attenti e bravi a leggere la partita, sia quando attacchiamo noi che quando hanno palla loro; dobbiamo stare attenti alle loro capacità atletiche, tattiche ed individuali”.

L’INFERMERIA – Arrivano buone notizie, invece, sul fronte “recuperi” in casa giallorossa: “Ad oggi abbiamo recuperato Papini e Bogliacino nel senso che si allenano in gruppo, si sono aggregati e domani vediamo se uno di loro partirà o meno dalla panchina o magari a gara in corso, mentre Salvi ancora non è pronto ed ha bisogno di un’ulteriore settimana di gestione delle proprie forze. Per me è molto importante avere più scelte a disposizione perché in passato abbiamo avuto un periodo dove eravamo con le scelte limitate e la coperta corta, ma siamo stati sempre bravi a ricompattarci e a fare anche punti”.

BRAVO “SACI ” – Il centrocampista brasiliano Gabriel Sacilotto è diventato ormai un punto di riferimento importante per la squadra: “Veniva da due anni in cui aveva giocato poco e con noi l’anno scorso non era quasi mai sceso in campo. Quest’anno ha fatto il ritiro con il resto del gruppo ed ha esordito alla prima stagionale facendo un ruolo non suo e si è disimpegnano bene, lui ha anche spirito di sacrificio ed umiltà. Adesso sappiamo che non solo è un giocatore ritrovato, ma anche duttile e mi sembra che è uno di quei calciatori che ha giocato di più quest’anno. In più, è una persona perbene”.

CARICA “VIA DEL MARE” – Cinque vittorie stagionali su cinque in questa stagione tra le mura amiche e l’obiettivo è quello di continuare così: “Ripeto loro sono una squadra forte e ferita, verranno qui per fare punti. Noi sappiamo tutto questo ed in settimana abbiamo fatto un lavoro di spessore tecnico-tattico-fisico importante, perché vogliamo continuare sulla striscia di risultati positivi e ricreare le stesse condizioni delle gare in casa finora disputate. Domani scenderemo in campo in casa nostra, sentire la pressione e vedere negli occhi della gente di Lecce la voglia di vincere è importante e vogliamo fare bene. La difesa il punto forte della mia squadra? Quest’anno la fase di non possesso la facciamo molto bene tutti e questo è importante, così come è fondamentale la condizione fisica della squadra che ora vedo molto bene”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.