Tempo di lettura: 2 minuti

MartinezSQUINZANO (di Carmen Tommasi) – Semplicemente esperto, lavoratore serio e silenzioso. “El TumaGilberto Martinez, sempre di poche parole, ma con tante certezze su quello che il suo Lecce deve fare in campo per continuare sulla striscia di risultati positivi per una classifica importante: “Difesa granitica? Stiamo facendo un buon lavoro. I risultati che stiamo ottenendo sono merito di tutta la squadra, però, e non certo di un singolo reparto perchè tutti ora sono al 400 per cento. Per noi sono fondamentali tutti i componenti della rosa -spiega il centrale difensivo costaricano- anche chi subentra  a gara in corso è importante e finora chi è partito dalla panchina e poi è stato chiamato in causa ha risposto bene; c’è un grande rispetto tra di noi. Dobbiamo essere sempre tutti pronti, perché se magari hai davanti un avversario più scarso di te, ma carico e motivato le partite puoi anche non vincerle e diventa così tutto più difficile”.

IMPEGNO E COSTANZA – Un posto da titolare inamovibile nel Lecce di Franco Lerda, nonostante le voci di calciomercato estive: “Io in partenza questa estate? Queste sono cose a cui non penso, perché grazie a Dio ora sono qui e sto bene. A livello personale cerco di dare il mio contributo alla squadra, lavoro ogni giorno per andare avanti e fare bene. I campionati si vincono anche con una buona difesa? Non prendere gol da fiducia ed è importante, anche se poi, come dicevo prima, dipende da tutti il risultato finale. Perchè il Lecce soffre sempre tanto? Quando una squadra ci affronta disputa la gara della vita, ma noi dobbiamo essere bravi ad essere ancora più carichi dei nostri avversari”.   

IL GIRONE C – Ogni avversario, insomma, è da non sottovalutare e da rispettare: “Guardando la classifica si capisce subito che questo è un campionato molto combattuto. Anche perchè il girone del sud è sempre più difficile; si lotta lotta di più e c’è più grinta rispetto agli altri. Dico, quindi, che è un girone abbastanza difficile, ma è bello così. Il Catanzaro? Ha  iniziato bene la stagione e dopo non so cosa sia successo, ma verranno a Lecce giocandosi tutto alla ricerca di punti e noi, come sempre, dobbiamo affrontare ogni gara come se fosse una finale. E, poi, come dice il mio compagno Mannini preferisco vincere tutte le gare da qui alla fine soffrendo, anche 1-0, e portare a casa l’obiettivo finale e non vincerle tutte, magari 5-0, e che vada a finire come gli anni passati.”     

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.