Tempo di lettura: 1 minuto
Francesco D'Andria
Francesco D’Andria

CAVALLINO – Il Sallentino chiude l’undicesima edizione con una nuova serata d’onore a Cavallino, stasera, nel Teatro “Il Ducale per consegnare all’archeologo Francesco D’Andria il primo Premio “Sigismondo Castromediano”.

Un riconoscimento che arricchisce il ventaglio dei premi speciali emanati da Il Sallentino ed una serata fortemente voluta dall’amministrazione comunale che ha scelto di ospitare la premiazione in virtù del forte legame tra l’archeologo e la cittadina, sede tra l’altro del Museo Diffuso, realizzato nell’ambito delle attività del Cantiere Scuola di Archeologia dell’Università di Lecce e diretto dallo stesso archeologo.

Docente di Archeologia Classica, Francesco D’Andria dal 2004 è direttore dell’Ibam, vale a dire l’Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali del Cnr e dal 2000 direttore della Missione Archeologica Italiana a Hierapolis (Turchia) dove, lo scorso anno, il professore con la sua equipe è stato protagonista della straordinaria scoperta della “Porta dell’Inferno” dell’antica città sacra della Frigia.

“Un doveroso riconoscimento, dunque, all’eccellenza nel campo delle Scienze che più volte abbiamo rimandato per gli impegni professionali che portano il professor D’Andria in giro per il mondo” – ha commentato il patron Amedeo Calogiuri che assicura una serata d’onore spettacolare. Sul palco con l’archeologo Francesco D’Andria, che ritirerà il bassorilievo bronzeo con inciso il logo di “Cavallino Cultura”, ritorneranno anche i premiati dell’edizione 2014 de “Il Sallentino” ma prima, nel solco degli eventi ideati dall’omonimo centro culturale e Radio Queen, si alterneranno tantissimi ospiti che saranno resi noti nei prossimi giorni.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.