Tempo di lettura: 7 minuti

Lecce-CosenzaLECCE (di Italo Aromolo) – A distanza di undici anni dall’ultimo precedente, Lecce-Cosenza torna a scaldare i campi della Serie C nelle vesti di portafortuna del club giallorosso: negli ultimi tre campionati in cui si è disputata, la sfida si è sempre rivelata decisiva in positivo per la promozione dei salentini in Serie A. E’ accaduto nelle stagioni di Serie B 2002/’03, 1998/’99 e 1996/’97: vediamole una ad una, ripercorrendo precedenti e doppi ex della sfida di oggi.

Lecce-Cosenza del campionato di Serie B 1996/’97 è una di quelle partite da raccontare ai nipotini: in un fredda giornata di dicembre, davanti a quasi 10mila spettatori, il Lecce di mister Giampiero Ventura era sotto di due gol sul finire del primo tempo. I gol cosentini di Mazzoli e Miceli sembravano aver riportato sulla terra una squadra che fino ad allora viaggiava sulla vetta del campionato con diversi punti di vantaggio sulle pretendenti. Invece, al 48esimo minuto ecco l’ inizio la riscossa giallorossa: prima l’autogol del rossoblù Voria, poi il pareggio dell’ex eccellente Francesco Palmieri (al Cosenza due anni prima) e infine, all’ultimo minuto di gioco, il gol-vittoria di Cosimo Francioso in un’esaltazione di tifo che lasciamo facilmente immaginare.

Nel maggio del 1999 è ancora Lecce-Cosenza il prequel di una promozione dei giallorossi della massima serie: a poche giornate dal gong stagionale, il Lecce di mister Nedo Sonetti, tra gli altri ex tecnico proprio del Cosenza, sconfiggeva i lupi grazie ad una doppietta di Marcello Campolonghi, subentrato a mezz’ora dalla fine a Roberto Stellone. Giornata di amarcord per Massimo Margiotta, attaccante del Lecce che fino alla stagione precedente aveva militato tra le fila rossoblù. I difensori leccesi Cristiano Pavone e Martino Traversa avrebbero invece compiuto il percorso inverso, trasferendosi di lì a poco all’ombra della Sila.precedenti Lecce-Cosenza 1Sempre profetica per una promozione del Lecce in Serie A fu la sfida della stagione 2002/’03. Alla penultima giornata, i giallorossi espugnarono il “San Vito” di Cosenza con doppietta di Mirko Vucinic (1-2) che preparò il piatto promozione per la successiva, trionfale, vittoria casalinga sul Palermo. Sponda opposta, il Cosenza rimaneva a digiuno piangendo una retrocessione in Serie C che neanche la catena di ripescaggi dovuta al Caso-Martinelli evitò. L’andata al “Via del Mare” era finita a reti bianche nel segno di tre ex: i cosentini Mark Edusei e Maurizio Bedin e il salentino Cristian Silvestri.

Al contrario, Lecce è amara per i tifosi cosentini. Nella stagione di Serie B 1991/’92, il Cosenza di mister Edy Reja (futuro tecnico del Lecce) vedeva svanire le speranze-spareggio per la promozione nella sconfitta patita all’ultima giornata contro i giallorossi in cerca di salvezza: in uno stadio stracolmo per l’occasione, con almeno 8mila sostenitori venuti dalla Calabria, la formazione salentina agguantò la permanenza nel campionato cadetto grazie ad un gol allo scadere di Giampiero Maini, a sua volta propiziato dall’assist di Paolo Baldieri. L’1-0 finale condannò i Lupi al quinto posto in classifica: in Serie A ci andò l’Udinese appena due punti sopra.

Nella successiva apparizione del Cosenza a Lecce (era il marzo del 1993), gli strascichi di quella delusione portarono ad una sorta di vendetta dei tifosi rossoblù: un lancio di una bomba carta dal settore ospiti costò la perdita di una mano a Carlo Piccinonno, tifoso leccese che la raccolse nel tentativo di allontanarla dai presenti. In campo, il Lecce in odore di promozione nel massimo campionato non riuscì a sbloccare il risultato contro il Cosenza dei futuri giallorossi David Balleri, Richard Vanigli e Alessandro Morello, con quest’ultimo attuale allenatore della formazione “Berretti”.

Facciamo un salto nel passato e torniamo indietro di 40 anni per ritrovare l’ultima volta che Lecce e Cosenza si sono sfidate nel Girone C del campionato di Serie C: era il 18 aprile del 1976 quando il Lecce di mister Mimmo Renna rifilava tre reti alla compagine rossoblù e avvicinava in classifica il Benevento poi superato nella corsa alla B. Gli autori dei gol furono Fortunato Loddi, Gaetano Montenegro e Danilo Mayer davanti a 9mila spettatori in visibilio.precedenti Lecce-CosenzaIl borsino storico dei 33 precedenti tra Lecce e Cosenza sorride ai giallorossi, vittoriosi in 18 occasioni al cospetto di 4 sconfitte ed 11 pareggi (47 i gol fatti, 20 quelli subiti). Più della metà delle sfide (23) ha avuto luogo in Serie C. Soltanto una volta Lecce-Cosenza è stata disputata in Coppa Italia, mentre per 8 volte è stato il campionato cadetto ad ospitare l’evento.

cosenza calcio logo– Curiosità: Lecce-Cosenza la più giocata di tutte. I 33 precedenti tra Lecce e Cosenza regalano al sodalizio calabrese la seconda posizione nella speciale classifica degli avversari incontrati un maggior numero di volte dal Lecce. Al primo posto c’è il Pescara con una sola sfida in più all’attivo (34 i precedenti con gli abruzzesi): la gara di oggi, dunque, colmerà il distacco e Lecce-Cosenza diventerà la sfida più frequente dei 106 anni di vita dell’U.S. Lecce.

– Curiosità 2: vedi Cosenza e voli in A. Gli ultimi tre campionati che hanno visto il Lecce sfidare il Cosenza sono terminati con la promozione in Serie A della formazione giallorossa: è accaduto nelle stagioni 2002’/03, 1998/’99 e 1996/’97.

– Doppi ex: da Pavesi a De Rose. Tra i calciatori che hanno vestito entrambe le maglie ne citiamo due temporalmente agli antipodi: Francesco De Rose, cosentino doc che ha militato nella squadra della sua città dal 2006 al 2010 per poi trasferirsi al Lecce di Franco Lerda nel 2012 e nel 2014, ed Aurelio De Marco, attaccante degli anni ’40 fattosi conoscere alle cronache come Pavesi per sfuggire al padre che voleva indottrinarlo alla professione di farmacista. Di seguito, eccone altri tra i più importanti:

Giuseppe Bagnato, difensore del Lecce dal 1982 al 1984 e difensore del Cosenza nella stagione 1981/’82.

David Balleri, difensore del Lecce dal 1999 al 2002 e difensore del Cosenza nella stagione 1992/’93.

Maurizio Bedin, centrocampista del Lecce nella stagione 2000/’01 e centrocampista del Cosenza nella stagione 2002/’03.

Francesco De Rose, centrocampista del Lecce nelle stagioni 2012/’13 e 2013/’14 e centrocampista del Cosenza dal 2006 al 2010.

Mark Edusei, centrocampista del Lecce dal 1996 al 2000 e centrocampista del Cosenza dal 2001 al 2003.

Luca Evangelisti, centrocampista del Lecce nella stagione 1996/’97 e centrocampista del Cosenza nella stagione 1993/’94.

Giorgio Frezzolini, portiere del Lecce nella stagione 2001/’02 e portiere del Cosenza nella stagione 1998/’99.

Claudio Luperto, centrocampista del Lecce nella stagione 1980/’81 e dal 1982 al 1986 e centrocampista del Cosenza nella stagione 1981/’82. Allenatore della Primavera del Lecce (stagione 2006/’07), dei Giovanissimi Nazionali del Lecce (dal 2009 al 2011) e degli Allievi Nazionali del Lecce (stagione 2011/’12).

Alberto Malusci, difensore del Lecce dal 2000 al 2002 e difensore del Cosenza dal 1998 al 2000.

Massimo Margiotta, attaccante del Lecce nella stagione 1998/’99 e attaccante del Cosenza nella stagione 1997/’98.

Alessandro Morello, attaccante del Lecce dal 1985 al 1987 e attaccante del Cosenza dal 1989 al 1993. Allenatore dei Giovanissimi del Lecce dal 2009 al 2013. Attuale allenatore della Berretti del Lecce.

Francesco Palmieri, attaccante del Lecce dal 1995 al 1998 e attaccante del Cosenza nella stagione 1994/’95.

Aurelio Pavesi De Marco, attaccante del Lecce dal 1945 al 1947 e attaccante del Cosenza nella stagione 1953/’54.

Cristiano Pavone, difensore del Lecce dal 1998 al 2000 e difensore del Cosenza dal 2000 al 2002.

Roberto Rizzo, centrocampista del Lecce nella stagione 1980/’81 e dal 1982 all’86 e centrocampista del Cosenza nella stagione 1981’/82. Allenatore Primavera del Lecce dal 2002 al 2006. Vice-allenatore del Lecce nel 2006 e nella stagione 2010/’11.

Cristian Silvestri, difensore del Lecce dal 2001 al 2005 e difensore del Cosenza dal 1999 al 2001.

Martino Traversa, difensore del Lecce dal 1998 al 2000 e difensore del Cosenza nella stagione 2001/’02.

Richiard Vanigli, difensore del Lecce dal 1996 al 1998 e difensore del Cosenza dal 1993 al 1996.

Nedo Sonetti, allenatore del Lecce nel 1993 e dal 1997 al 1999 e allenatore del Cosenza nella stagione 1979/’80.

Gianni Di Marzio, allenatore del Lecce dal 1980 al 1982 e allenatore del Cosenza nella stagione 1987/’88.

Edoardo Reja, allenatore del Lecce nella stagione 1994/’95 e allenatore del Cosenza dal 1990 al 1992.

Mario Russo, centrocampista del Lecce dal 1964 al 1966 dal 1977 al 1979 e allenatore del Cosenza nella stagione 2003/’04.

ACCADEVA CHE… Di seguito, ecco invece alcuni avvenimenti storici che si sono intrecciati con il primo e l’ultimo precedente tra Lecce e Cosenza.

Accadeva durante il primo Lecce-Cosenza (anno 1937):

  1. Bombardamento della città di Guernica nella guerra civile spagnola.
  2. Benito Mussolini in una storica visita da Adolf Hitler.
  3. L’Italia entra a far parte del patto anti-Comintern.
  4. Walt Disney presenta il suo primo lungometraggio, Biancaneve e i sette nani.
  5. Nascevano Dustin Hoffman, Renzo Arbore, Renzo Piano e Carletto Mazzone.
  6. Morivano Antonio Gramsci, Guglielmo Marconi e Pierre de Coubertin.

Accadeva durante l’ultimo Lecce-Cosenza (anno 2003):

  1. Cade Baghdad e tutti i simboli del potere di Saddam Hussein.
  2. Stage di Nassiriya, in Iraq: perdono la vita in un attentato 16 militari italiani.
  3. Muoiono Giorgio Gaber, Sandro Ciotti, Gianni Agnelli e Alberto Sordi.
  4. Nasce la tv satellitare Sky.
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.