Tempo di lettura: 2 minuti

PelèLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Pelé: un nome, una leggenda. Non a tutti capita di rappresentare un vero e proprio mito. Figurarsi quanto meno di frequente possa accadere di esserlo mentre si è ancora vivi e vegeti. Oggi, colui che è stato considerato e nominato il più grande calciatore di tutti i tempi, compie 74 anni.

Non era certo un mercoledì qualunque quel 23 ottobre dell’ormai lontano 1940: a Três Corações, in Brasile, nasceva infatti Edson Arantes do Nascimento, più semplicemente e per sempre “Pelè“.

Lunga e di difficile soluzione la diatriba tra chi pensa che l’ex calciatore ed oggi dirigente sportivo brasiliano sia stato migliore di Diego Armando Maradona. Le due fazioni vedono molti esperti calciofili accapigliarsi e cercare di trovare l’accordo, ma ciò difficilmente accadrà. Sono comunque in tanti ad indicare il numero 10 della Seleçao quale miglior calciatore di tutti i tempi. Il brasiliano recitò nel celebre film “Fuga per la vittoria” in cui è passata alla storia la rovesciata con segna uno spettacolare gol alla selezione nazista. Un gesto tecnico che caratterizzò per tutta la fulgida carriera l’estro del campione capace di far sognare intere generazioni di tifosi. A Maradona sono stati dedicati invece dei lungo e cortometraggi (Maradona, il film; La mano de Dios, ecc.)

Gol Pelè al Lecce col Santos
Uno dei 3 gol di Pelè al Lecce (foto archivio Magi)

Ad ogni modo, nel 2000, sia Pelè, che Maradona sono stati pilatescamente  indicati dalla FIFA come “Calciatore del Secolo”.

Pelè, nella sua lunghissima carriera ha militato nel Santos (dal 1956 al 1974) ed ha poi chiuso col calcio giocato nei New York Cosmos nel 1977. Nel suo palmares figurano ben tre Mondiali di calcio (l’allora Coppa Rimet) nel 1958 in Svezia, nel 1962 in Cile e nel 1970 in Messico (in gol nella finale contro l’Italia vinta 4-1). Ha inoltre vinto due Coppe Libertadores (1962, 1963) e due Coppe Intercontinentali (1962/1963). Detiene ancor oggi il record dei gol realizzati: 1.281 in 1.363 partite.

Proprio in questi giorni, è stato ricreato in 3D grazie alla computer grafica quello che viene unanimemente considerato il gol più bello realizzato dal campione brasiliano nella partita Santos-Juventus del 1959 ricostruito secondo le testimonianze dei presenti (GUARDA IL VIDEO).

Pelè è stato protagonista anche a Lecce, in una storica amichevole (CLICCA QUI) giocata dai giallorossi contro il Santos il 24 giugno del 1967 e terminata col successo del club sudamericano per 5-1 (marcatori: 24′ p.t. Pelé, 27′ p.t. Mammì, 35′ p.t. Pelé, 38′ p.t. Melideo (aut.), 3′ s.t. Pelé, 15′ s.t. Edu). L’asso indiscusso del calcio internazionale deliziò i 20.000 spettatori che gremivano nel giorno dell’inaugurazione il nuovo stadio “Via del Mare“. Un pomeriggio indimenticabile per quanti ebbero la fortuna di vedere il mito in carne ed ossa segnare una tripletta.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.