Tempo di lettura: 2 minuti

WojteK Pankiewicz con Edoardo Winspeare e Gabriella Legno nella conferenza stampa del 9 settembreLECCE – Wojtek Pankiewicz, presidente di “Valori E Rinnovamento” interviene sulla mancata proclamazione di Lecce quale Capitale europea della Cultura 2019 affermando: “Non ce l’abbiamo fatta a conquistare il titolo di Capitale Europea della Cultura. Non importa. Tutta la comunità salentina si impegni ora ugualmente per realizzare ciò che abbiamo definito in questi giorni un salto nel futuro, un laboratorio che ha generato progetti da portare avanti comunque. Noi di ‘Valori e Rinnovamento’ saremo per questo in prima linea. Intanto, rilanciamo la proposta che abbiamo formulato in conferenza stampa lo scorso 9 settembre col testimonial Edoardo Winspeare, nell’ambito del nostro Progetto ‘Salento Ideale’, ossia che Lecce diventi Patrimonio Mondiale nella lista dell’Unesco (Unesco World Heritage List). In questo senso, stamattina, abbiamo scritto al sindaco Perrone e al presidente Gabellone invitandoli ad avviare le procedure di inserimento”.

UnescoPankiewicz aggiunge: “Le risorse artistiche e naturali del Salento sono enormi. Il Salento ha le carte in regola perché si possa presentare la candidatura per essere inclusi come sito nella lista del patrimonio mondiale culturale e naturale dell’Unesco. Attualmente l’Italia è la nazione che detiene il maggior numero di siti (50), inseriti nella liste dell’Unesco. Tra questi, già dal lontano 1993, ci sono i Sassi di Matera, città che evidentemente ha avuto politici ed istituzioni più intraprendenti e concreti. Nel 2006, su iniziativa del sindaco Poli Bortone, Salento and the “Barocco Leccese” fu inserito nella Tentative List, la lista propositiva. La cosa, purtroppo non ha poi avuto nessun seguito”.

Il presidente del movimento “Valori e Rinnovamento” conclude affermando: “E’ fermamente convinto che l’economia della bellezza e il turismo delle identità siano risorsa strategica e volano della crescita economica del Salento e che l’inserimento di lecce e del Salento nella lista dei siti del patrimonio mondiale dell’umanità Unesco aumenterebbe enormemente la capacità di promozione del territorio e quindi la potenzialità di attrazione dell’immagine di lecce e del Salento nel mondo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.