Tempo di lettura: 1 minuto

logo-regginaLECCE – L’anticipo al venerdì della nona giornata del campionato di Lega Pro Unica – Girone C vedeva di fronte allo stadio “Granillo” di Reggio Calabria, alle ore 19:30, la Reggina e la Lupa Roma. Il match si è chiuso con un pareggio (1-1) che premia soprattutto la formazione ospite, opposta ad un avversario in cerca di punti che segnassero un riscatto e la risalita in classifica. I laziali, di contro, portano a casa un punto che permette loro di proseguire quest’avvio di stagione assai esaltante a stretto contatto con le posizioni di vertice della graduatoria.

La partita, in cui la componente emotiva era forte per via dell’operazione al cervello d’urgenza cui è stato sottoposto il giovane portiere Daniel Leone al quale è stato diagnosticato un tumore, è stata condotta dai padroni di casa, andati in vantaggio al 22° con un gol (il primo stagionale) di Adriano Louzada. I granata sfiorano in più occasioni la rete del 2-0 con bomber Insigne e Di Lorenzo e così, come spesso accade nel calcio, la Lupa Roma li punisce al 50° con il pareggio a firma di Raffaello. In pieno recupero, la Reggina fallisce con lo stesso Insigne un calcio di rigore con il pallone che finisce clamorosamente sul palo a portiere battuto.

In classifica, i calabresi si portano a 9 punti, mentre la squadra di mister Alessandro Cucciari sale a quota 16, due lunghezze in meno della coppia di capolista Benevento e Salernitana che devono ancora scendere in campo.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.