Tempo di lettura: 1 minuto

P1130381LECCE – La questione tiene banco da qualche tempo a questa parte soprattutto su internet: le scie chimiche. Stamane, nei cieli di Lecce, ce ne sono davvero tante e tutte ben visibili. Esiste una cosiddetta teoria del complotto che indica come alcune delle scie di condensazione visibili nell’atmosfera terrestre non sarebbero soltanto vapore acqueo ma agenti biologici o chimici dispersi in volo attraverso apparecchiature montate su determinati velivoli.

Stando a tele ipotesi che, se confermata, avrebbe dell’inquietante, l’operazione farebbe parte di un complotto globale mirato niente meno che all’alterazione del clima terrestre.

La comunità scientifica internazionale tende a minimizzare simili congetture, tra l’altro mai dimostrate, che fanno leva sull’innegabile (questo sì) clima bizzarro che si è radicalmente modificato portando ad estati più miti e inverni insolitamente caldi, come dimostrano le anomale temperature che registriamo sul Salento e nel resto del Mezzogiorno d’Italia da settimane ormai.

Anche il Parlamento Europeo ha recentemente negato il fenomeno puntando l’attenzione sull’inesistenza di queste evidenze. Che si voglia credere o meno alle varie teorie di cui il web è pieno, resta indiscusso il fascino che esercitano su quanti si trovano ascrutare il cielo azzurro intersecato da queste linee bianchissime e persistenti.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.