Tempo di lettura: 1 minuto
reggio3
Svicat rugby

MELENDUGNO – Cade per la seconda volta la Svicat Rugby; dopo la sconfitta a Messina gli evergreen perdono in casa col Reggio Calabria. Gli ospiti partono con il piede pigiato sull’acceleratore e mettono la freccia di sorpasso già dopo pochi minuti, trovando i primi tre punti su calcio piazzato.

La Svicat si affida ai gemelli Forte ed è costretta a giocare senza uno dei suoi uomini migliori, il Capitano Paolo D’Oria anche fuori per infortunio. Sulle ali i salentini provano a volare con Maci e Pagliara mentre è confermato Santillo come estremo. I Leoni verdi potrebbero pareggiare  con Coach Peens ma il suo tiro piazzato non trova i pali.

I calabresi capiscono che il momento è favorevole e giocano un buon rugby, e su un’azione corale raggiungono la meta portandosi col piazzato realizzato sul dieci a zero. La Svicat prova una reazione ma è sterile e subiscono altri tre punti sempre dalla piazzola. Il primo tempo termina per 0-13 per il Reggio Calabria.

Nella seconda frazione di gioco, i salentini vorrebbero riprendere la partita in mano, ma sono gli ospiti a portarsi sul 18-0 grazie alla seconda meta di giornata. A questo punto i ragazzi di Peens emettono il loro primi ruggito e trovano la meta stagionale con Cuscito e Peens realizza dalla piazzola portando a 7-18 il risultato.  I padroni di casa non riusciranno più a raggiungere gli avversari ma soltanto a bloccarne il gioco, non succederà più nulla di rilevante e dopo il fischio dell’arbitro c’è da segnalare soltanto un amaro 0 in classifica della Svicat dopo la seconda giornata di campionato.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.