Tempo di lettura: 5 minuti
Moscardelli gol
Moscardelli autore del primo gol

LECCE (di Massimiliano Cassone) – È ancora estate nel Salento, seppur il calendario evidenzi l’undicesimo giorno di ottobre, fa caldo e il “Via del Mare” è dorato da un sole prepotente mentre Lecce e Casertana scendono in campo. Gara dal gusto particolare, come oramai son tutte, per i giallorossi che non riescono a trovare la via giusta della continuità. Di fronte c’è la Casertana che arriva nel Salento dopo 4 vittorie consecutive. I campani sono allenati da Mister Angelo Gregucci che di Lecce non conserva un buon ricordo; nel 2005 venne chiamato a guidare la squadra in serie A, dopo cinque partite però (4 sconfitte ed un pareggio) venne esonerato.

Le squadre danno vita ad una gara vivace e brillante con continui capovolgimenti di fronte. Il Lecce vince e convince in una partita che non era semplice giocare e vincere sia per la caratura dell’avversario che per le difficoltà dimostrate a Messina. I giallorossi rispondono sul campo a tutte le critiche che giustamente erano piovute dopo la sconfitta in quel di Messina. Con impegno e dedizione, con voglia e coraggio, incamera tre punti d’oro e tira un sospiro di sollievo. Un gol per tempo mette K.O. una buona Casertana. Moscardelli al 22° e Doumbia al 59° mettono il sigillo sulla vittoria odierna che scaccia un po’ di ombre. Franco Lerda indovina tutto e il primo tempo, passato in panchina, a Doumbia fa solamente bene, visto che nella seconda frazione la freccia nera giallorossa sembra quello dei tempi migliori.

PRIMO TEMPO – Franco Lerda deve rinunciare oltre ai “lungodegenti” Diniz, Bogliacino, D’Ambrosio e Vinetot, anche a Miccoli e a Lopez squalificato. Scelte a sorpresa quelle del Mister di Fossano che manda in panchina Della Rocca e Doumbia e schiera un 4-3-3 con Caglioni; Mannini a destra, Martinez e Abruzzese centrali, Donida a sinistra; Sacilotto, Papini e Salvi a centrocampo; Lepore, Carrozza, Moscardelli la linea avanzata. Angelo Gregucci oppone un 4-4-2 con Fumagalli; Bruno, Murolo, Idda, Bianco; Antonazzo, Rajcic, De Marco, Mancosu; Cissè, Diakitè.

Partita subito vibrante con le due squadre che si affrontano a viso aperto; la prima azione da gol è del Lecce. Al 5°, dopo uno scambio Salvi e Moscardelli , con cross dell’ex Bologna, Carrozza va alla conclusione ma il suo tiro a giro termina alto sopra la traversa. I padroni di casa impostano bene e gli ospiti giocano di ripartenza. Al 21° Salvi da fuori prova la rasoiata ma la sfera termina alla destra di Fumagalli.

Un minuto dopo arriva il gol del Lecce con Moscardelli che sfrutta un liscio di Murolo su cross di Carrozza e non lascia scampo al portiere casertano. Al 30° il Lecce potrebbe raddoppiare, Salvi chiude un triangolo con Donida e a tu per tu con Fumagalli calcia in porta ma il portiere di piede salva evita il gol.

Alla mezz’ora break campano; al 32° su calcio d’angolo di De Marco, Cissè va vicino al gol ma la sfera termina fuori. Gli ospiti ci provano ancora al 39° su calcio di punizione battuto da Mancosu ma la palla termina alta sopra la traversa. Il Lecce comunque emette un nuovo acuto a tempo scaduto con Lepore che potrebbe raddoppiare; il ragazzo di San Pio riceve da Carrozza, il migliore in campo, calcia ma Murolo recupera e col corpo devia in angolo. Il primo tempo termina così.

esultanza Lecce
L’esultanza dei giallorossi

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con un cambio nella Casertana, in campo c’è Marano al posto di De Marco. Gli ospiti provano a fare la partita col Lecce che attende il momento opportuno per offendere. Dopo dieci minuti Lerda richiama in panchina Lepore e manda in campo Doumbia. A centrocampo le due formazioni fanno a sportellate per guadagnare metri e l’arbitraggio di Colarossi è all’inglese ma preciso.

Il Lecce raddoppia al 59° dopo una bella azione corale tra Donida che triangola con Carrozza, la sfera torna a Donida che serve Doumbia al centro, il franco maliano non sbaglia e gonfia la rete alle spalle di Fumagalli. Pochi minuti dopo seconda sostituzione per i giallorossi, Filipe Gomes entra al posto di Sacilotto. La gara diventa in discesa per il Lecce mentre per la Casertana è una salita molto irta.

 Al 68°, baraonda a centrocampo, Salvi subisce un fallo da Bianco, accenno di scintille sedate dal giallo per entrambi.  Due minuti dopo la squadra giallorossa potrebbe portare a tre le marcature, Doumbia servito da Moscardelli, a tu per tu col portiere si fa anticipare.

Al minuto 83 brivido per il Lecce, Caglioni respinge malamente di pugno e di testa Cunzi va vicino al gol. Un minuto dopo, Stefano Salvi chiede il cambio e al suo posto il tecnico di Fossano manda Carini.

Non succede più nulla di rilevante e dopo 5 minuti di recupero la squadra giallorossa può festeggiare coi propri tifosi, sotto la propria curva.

TABELLINO

LECCE–CASERTANA 2-0

Lecce (4-3-3): Caglioni; Mannini, Martinez, Abruzzese, Donida; Sacilotto (62° Filipe Gomes), Papini, Salvi (84° Carini); Lepore (55° Doumbia), Carrozza, Moscardelli: A disposizione: Petrachi, Carini, Filipe Gomes, Rosafio, Doumbia, Rullo. Allenatore: Franco Lerda.

Casertana (4-4-2): Fumagalli; Bruno, Murolo, Idda, Bianco; Antonazzo, Rajcic (66° Cunzi), De Marco (46° Marano), Mancosu; Cissè, Diakitè (76° Alessandro). A disposizione: D’Agostino, D’Alterio, Tito, Carrus, Alessandro, Chiavazzo, Cunzi. All. Angelo Gregucci.

Arbitro: Valerio Colarossi della sezione di Roma 2

Assistenti: Larotonda di Collegno e Annunziata di Torre Annunziata.

Marcatori: 22° Moscardelli (L), 59° Doumbia (L),

Ammoniti: 34° Antonazzo (C ), 56° Marano (C ), Doumbia 60° (L), 69° Bianco (C ), Salvi (L),

Spettatori paganti: 1817 – Abbonamenti: 2228 – Totale spettatori: 4045

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.