Tempo di lettura: 1 minuto

Smartphone TabletTutto, o quasi, passa ormai per le nuove tecnologie. Il mercato della salute “mobile”, ovvero le pratiche mediche e i servizi che passano da smartphone e tablet, raggiungerà infatti quest’anno un valore mondiale di ben 6,7 miliardi di dollari. La stima -della società di ricerca Visiongain– arriva in un momento in cui i big della tecnologia, da Apple a Google fino a Facebook, stanno puntando e investendo nel settore.

La salute mobile è un universo che comprende la raccolta di dati clinici e la fornitura di informazioni sanitarie a medici e ricercatori. Ma anche il monitoraggio delle funzioni vitali e l’assistenza diretta tramite la telemedicina. La disponibilità di smartphone low cost, spiegano i ricercatori, ha consentito un largo accesso ai negozi virtuali, dove ora si contano quasi un milione di app dedicate a salute e fitness. Le app spaziano da quelle gratuite per la dieta e l’attività fisica, a quelle a pagamento per l”imaging’ biomedico e il controllo delle funzioni vitali, ad uso anche professionale.

”Poter diagnosticare, monitorare e comunicare con i pazienti in remoto promette ampi risparmi per gli operatori sanitari e le istituzioni”, evidenziano gli analisti. Al contempo si crea un’opportunità di business per le aziende tecnologiche. Stando a un recente studio di Accenture, i finanziamenti per le start up nel settore della salute digitale si attesteranno a 3,5 miliardi di dollari nel 2014 e raggiungeranno i 6,5 miliardi nel 2017.

Il settore sta attirando anche molti colossi dell’hi-tech, in primis Apple e Google ma anche Facebook, che secondo le ultime indiscrezioni starebbe pensando di creare comunità online di supporto con cui mettere in contatto gli utenti che soffrono della stessa malattia.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.