Tempo di lettura: 6 minuti

Messina-LecceLECCE (di Italo Aromolo) – Era il 12 giugno 1988: Messina-Lecce termina 1-1 ed il Lecce è promosso in Serie A. Il dolce ricordo di quella promozione – la seconda in massima serie nella storia del club leccese – accompagna i tifosi salentini all’avvicinamento della gara odierna contro i peloritani, un incrocio tutto in giallorosso che rievoca promozioni contese e goleade zemaniane, ma anche retrocessioni maledette e infortuni da centinaia di punti di sutura. Una sfida mai banale e sempre ricca di suggestioni, a cominciare proprio da quel Messina-Lecce del 1988. La festa-promozione del “Celeste” vide tra le fila siciliane una colonia di giocatori che in un modo o nell’altro hanno scritto la storia del Lecce: l’attuale tecnico Franco Lerda ne era l’attaccante, lo storico preparatore dei portieri Franco Paleari ne difendeva i pali, il terzino Stefano Di Chiara si era appena trasferito in Sicilia dopo quattro anni leccesi ricchi di soddisfazioni, mentre non scese in campo il centrocampista Tiziano De Patre, futuro pilastro della mediana del Lecce di Giampiero Ventura. Per la cronaca, il Lecce pareggiò a dieci minuti dalla fine grazie al gol di Dario Levanto, ottenendo il punto della promozione nonostante l’iniziale svantaggio a firma del messinese Doni e l’inferiorità numerica scaturita al 64’ per l’espulsione di Pedro Pablo Pasculli.

Zeman_Zdenek_LecceMa sono stati soprattutto gli anni duemila a regalare le migliori edizioni di Messina-Lecce: nella stagione 2004/’05, all’ombra dei Peloritani il Lecce dell’ex Zdenek Zeman (allenatore del Messina nella stagione 1988/’89) ottenne una delle più larghe vittorie in trasferta della sua storia in Serie A. Il risultato di 4-1 riassume la forza offensiva “boema” di un Lecce che poteva contare su campioni pronti ad esplodere come Mirko Vucinic, Marco Cassetti e Christian Ledesma: con un potenziale così, non fu difficile per salentini portarsi sul 3-0 già dopo quaranta minuti, grazie ai gol dello stesso Mirko Vucinic e alla doppietta dell’attaccante croato Sasa Bjelanovic, attuale bomber del Messina che non sarà della partita di oggi per motivi fisici. Siederà invece in panchina Erminio Rullo, terzino sinistro della squadra salentina anche lui presente nel 4-1 del 24 ottobre 2004. Il suo nome è passato alla storia non certo per le gesta sportive: nel secondo tempo di quella gara, infatti, il difensore napoletano andò a contrastare il centrocampista messinese Domenico Giampà sull’out destro e, nella foga del contatto fisico, lo spinse sui cartelloni pubblicitari del “San Filippo” causandogli una profondissimo taglio alla coscia (20 centimetri) che solo i 147 punti di sutura applicati d’urgenza evitarono finisse in tragedia.

Caglioni, leccezionale.itNon mancano delusioni nelle trasferte siciliane del Lecce anni duemila: sul finire della stagione di Serie A 2005/’06, il Lecce della coppia di tecnici Robertino Rizzo e (a volte ritornano) Franco Paleari si giocò la permanenza nel massimo campionato in un importantissimo crocevia per la salvezza, andando a perdere per 2-1 (gol di Nanni quasi allo scadere) contro il Messina dell’ex pupillo di mercato Salvatore Aronica: a fine campionato la squadra del patron Franza si salvò per soli due punti di vantaggio sui diretti concorrenti giallorossi, anche grazie all’arrivo in panchina dell’ex Lecce Giampiero Ventura, subentrato in corso d’opera al posto di Bortolo Mutti. Anche se non giocò perché oscurato dal più esperto collega Marco Storari, l’attuale portiere del Lecce Nicholas Caglioni era stato uno dei protagonisti di quel Messina: con la maglia dei peloritani, il 28 agosto dell’anno precedente, fece il suo esordio in Serie A all’Olimpico di Roma (Lazio-Messina 1-0).

Fu una vittoria più amara che dolce quella che il Lecce di mister Papadopulo conquistò a Messina alla penultima giornata del campionato di Serie B 2007/’08: il 3-1 sul Messina degli ex Emanuele Manitta e Mariano Stendardo fu vanificato dal contestuale successo del Bologna a Mantova, che condannò il Lecce alla disputa dei play-off poi vinti in finale con l’Albinoleffe.
Tra i tanti doppi ex che hanno avuto un ruolo importante anche fuori dal rettangolo verde, segnaliamo l’ex direttore sportivo del Lecce Carlo Regalia (difensore del Messina di oltre mezzo secolo fa), il difensore anni ‘90 Raimondo Marino, per anni allenatore degli Allievi Nazionali del Lecce, e il tecnico Eugenio Fascetti, che guidò il Lecce alla sua prima promozione in Serie A esattamente venti anni dopo la sua militanza da calciatore nel Messina.

Il bilancio dei 18 precedenti tra Messina e Lecce vede in vantaggio la formazione siciliana con 7 vittorie e altrettanti pareggi all’attivo. Sono solo 4 le imposizioni salentine, delle quali però ben 3 negli ultimi 4 incontri. Messina-Lecce è stata disputata per 10 volte in Serie C (l’ultima nel lontano 1976), per 5 volte in Serie B, per 2 volte in Serie A e per una volta in Coppa Italia. Nei 18 precedenti il Lecce ha realizzato 19 gol, subendone 21.precedenti Me-Le

Di seguito i più importanti calciatori e/o allenatori che hanno militato sia nel Messina che nel Lecce:

– Francesco Bellucci, difensore del Lecce dal 1996 al 1999 e difensore del Messina nella stagione 2002/’03.
– Sasa Bjelanovic, attaccante del Lecce nella stagione 2004/’05 e attuale attaccante del Messina.
– Bruno Bolchi, allenatore del Messina nelle stagioni 1975/’76, 2002/’03 e 2006/’07 e allenatore del Lecce nella stagione 1992/’93.
– Nicholas Caglioni, portiere del Messina tra il 2005 e il 2007 e attuale portiere del Lecce.
– Alberto Cavasin, allenatore del Lecce dal 1999 al 2002 e allenatore del Messina nel 2007.
– Manuel Coppola, centrocampista del Messina nel 2004 e centrocampista del Lecce nella stagione 2010/’11.
– Alessandro Cucciari, centrocampista del Lecce tra il 1995 e il 1997 e centrocampista del Messina nella stagione 2004/’05.
– Tiziano De Patre, centrocampista del Messina nella stagione 1987/’88 e centrocampista del Lecce tra il 1995 e il 1997.
– Stefano Di Chiara, difensore del Lecce tra il 1983 e il 1987 e difensore del Messina nella stagione 1987/’88.
– Eugenio Fascetti, centrocampista del Messina nella stagione 1965/’66 e allenatore del Lecce dal 1983 al 1986.
– Salvatore Foti, attaccante del Messina nel 2008 e attaccante del Lecce nella stagione 2012/’13.
– Franco Lerda, attaccante del Messina nella stagione 1987/’88 e attuale allenatore del Lecce.
– Carmelo Mancuso, difensore del Messina tra il 1982 e il 1987 e difensore del Lecce tra il 1995 e il ’98.
– Emanuele Manitta, portiere del Lecce nella stagione 2000/’01 e portiere del Messina tra il 1996 e il 2000 e nella stagione 2007/’08.
– Vincenzo Marruocco, portiere del Lecce (nelle Giovanili) nella stagione 1998/’99 e portiere del Messina nella stagione 2003/’04.
– Raimondo Marino, difensore del Lecce dal 1989 al 1991 e difensore del Messina dal 1991 al 1993. È stato allenatore degli Allievi Nazionali del Lecce dal 1997 al 2003, allenatore della Primavera del Lecce nella stagione 2011-2012, e nuovamente allenatore degli Allievi Nazionali del Lecce nella stagione 2012-13.
– Giuseppe Materazzi, difensore del Lecce tra il 1968 e il 1975 e allenatore del Messina nella stagione 1990/’91.
– Gaetano Montenegro, attaccante del Lecce dal 1974 al 1978 e attaccante del Messina nella stagione 1980/’81.
– Franco Paleari, portiere del Messina dall’86 all’88 e allenatore dei portieri del Lecce nella stagione 1995/’96 e dal ’98 al 2006. È stato allenatore del Lecce nel 2006, affiancato da Roberto Rizzo.
– Cristiano Pavone, difensore del Lecce tra il 1998 e il ‘00 e difensore del Messina nella stagione 2002/’03.
– Carlo Regalia, difensore del Messina nella stagione 1959/’60 e direttore sportivo del Lecce nel 2003 e nella stagione 2005/’06.
– Gianni Seghedoni, allenatore del Lecce tra il 1966 e il 1968 e allenatore del Messina nel 1984.
– Mariano Stendardo, difensore del Lecce nel 2004 e difensore del Messina nella stagione 2007/’08.
– Giampiero Ventura, allenatore del Lecce tra il 1995 e il 1997 e allenatore del Messina nella stagione 2005/’06.
– Zdenek Zeman, allenatore del Messina 1988/’89 e allenatore del Lecce nella stagione 2004/’05 e nel 2006.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.