Tempo di lettura: 7 minuti
Il bomber Mino Tedesco in gol col Monopoli
Il bomber Mino Tedesco in gol col Monopoli

GALLIPOLI (di Gabriele De Pandis e Tommaso Micelli) – Il Gallipoli cala il poker e non stenta a frenare in questo avvio di campionato, stagione caratterizzata dall’exploit di una squadra, costruita per la permanenza in Serie D, che sta facendo ritornare fame di calcio ad una piazza reduce da troppi anni bui. L’1-0 con il quale il “Gallo” regola il Monopoli è il simbolo di questo credo: i biancoverdi, squadra sulla carta tra le outsider del campionato, non hanno prodotto niente e hanno annaspato fino al 90′ in un mare giallorosso, con i ragazzi di mister Volturo che hanno prodotto occasioni su occasioni, specialmente in un primo tempo dominato in lungo e in largo dai salentini. Alla società del presidente Barone e a mister Volturo ora il compito di convertire questo exploit iniziale in energia positiva: il Gallipoli, come sempre affermato dal suo trainer, non deve perdere di vista l’obiettivo salvezza, da raggiungere con il bel gioco fatto vedere in queste prime quattro uscite. Poi chissà, una volta assestatisi in acque sicure, il Gallo potrebbe essere la sorpresa di questo campionato.

LE SQUADRE– Il Gallipoli, con i suoi 12 punti in 4 partite, è incredibilmente proiettato in testa alla graduatoria del Girone H. Il tecnico Volturo, anch’egli alla prima esperienza in D dopo le avventure a Maglie e Copertino, predica però calma e, come anche tutto l’ambiente sportivo gallipolino, guarda la classifica dal basso, inseguendo quella “quota 40 punti” che significherebbe salvezza. Opposto al Gallipoli c’è il Monopoli di Francesco Passiatore, vecchia conoscenza del calcio pugliese nei suoi trascorsi da punta centrale del Taranto. I gabbiani biancoverdi, risorti dopo il fallimento dell’A.C. Monopoli nel 2010, reduce da quattro campionati di C/2, sono al terzo anno di Serie D e per la terza volta tenteranno l’assalto alla promozione, azzardo fallito nelle scorse due stagioni a causa delle sconfitte contro Matera (2013) e Taranto (2014).

LA PARTITA– La quarta vittoria consecutiva del Gallipoli, primo a punteggio pieno, è frutto di una partita dominata in lungo e in largo dagli jonici, presentatisi in campo con il solito 4-3-3 di Volturo. Il Monopoli risponde con uno schieramento speculare, ma con il jolly Forese pronto a svariare sulla destra. Il Gallipoli fa subito paura ai biancoverdi producendo gioco e vincendo i duelli sulle fasce. Al 3′ Presicce stoppa male una punizione di Zaminga dove i centrali monopolitani “bucano” l’intervento. La difesa di mister Passiatore si schiaccia troppo e il bomber Tedesco “fiuta” l’occasione: al 6′ un tiro da fuori del brindisino mette paura a Pino, poco sicuro anche nella terza occasione jonica, con Negro che crea scompiglio sulla sinistra e mette al centro una palla velenosa dove il portiere salentino (ex giovanili del Lecce) legge male la traiettoria e lascia uscire. Un parziale riscatto per Pino c’è poi al minuto 18, quando l’estremo difensore di Arnesano è bravo ad anticipare Tedesco dopo uno sciagurato alleggerimento di Zizzi. Il Monopoli fatica a costruire delle adeguate reti di passaggio e il Gallipoli fa leva sulla propria punta Tedesco, uomo importante anche per le tante sponde regalate ai compagni.

Il difensore jonico Sportillo
Il difensore jonico Sportillo

La partita è un dominio gallipolino: al 24′ Puglia dal limite dell’area costringe Pino al tuffo sulla propria sinistra e sul conseguente angolo Casalino impatta male la sfera di testa. I giri degli jonici aumentano sempre più e al 26′ Castaldo salva su Presicce pronto a battere a rete. Ma il vantaggio è solo questione di minuti, perché al 28′ arriva il ruggito del bomber Tedesco: azione di Presicce sulla destra, dribbling su Zizzi, servizio per il brindisino che di gran classe scarta Castaldo e insacca con un diagonale che fa esplodere lo stadio “Bianco“. Il vantaggio non fa altro che alimentare l’entusiasmo giallorosso, con il “Gallo” che sfiora per due volte il raddoppio, prima con una punizione di Negro alzata da Pino e poi con un colpo di testa del solito Presicce, incubo della retroguardia dei Gabbiani. In conclusione di primo tempo c’è poi l’unica cesura dell’assolo jonico, con il Monopoli che si affaccia timidamente nella trequarti giallorossa. Forese, interessante classe 1995, prima tira alto dai 20 metri e poi conclude a lato da buona posizione. La crescita biancoverde raggiunge poi il punto più alto con l’unico intervento di Costantino, concentrato nell’anticipo su Manzo costretto ad alzare la sfera. Al minuto 44 però Presicce strabilia il “Bianco” con un’azione solitaria con uno slalom tra i difensori monopolitani prima di servire Negro che realizza, ma in posizione di fuorigioco. Anche la ripresa comincia con un’accelerazione biancoverde, ma Muraro non riesce a scavalcare il muro eretto da Sportillo. Il desiderio di rimonta del Monopoli però apre tanti spazi alle ripartenze gallipoline, guidate dalle due frecce Negro e Presicce. Proprio il neretino è ancora il protagonista delle azioni offensive giallorosse: al minuto 60 un suo tiro va a lato di poco e al 66′ l’ennesima azione individuale porta al tiro Stranieri, ma il terzino di Volturo viene anticipato. I ritmi di gioco s’abbassano, ma il Monopoli non riesce a creare grattacapi a Costantino perché c’è solo una squadra in campo: il Gallipoli. Volturo inserisce Volpicelli per Negro e l’attaccante di Scampia apre ancora la difesa biancoverde, ma senza trovare il varco per il gol che sancirebbe un dominio totale. Negli ultimi venti minuti, complice un calo fisico dei corridori di mediana Mariano e Puglia meno fluidi del solito, il Monopoli è più presente nella metà campo jonica, ma il quartetto arretrato comandato dalla coppia Sportillo-Casalino non concede niente ai biancoverdi. È qui la festa, il Gallipoli cala il poker e mantiene clamorosamente la vetta con altri tre punti che per Volturo e per i suoi ragazzi vogliono dire “-28” alla famigerata quota 40.

IL MIGLIORE IN CAMPO– Gallipoli-Monopoli è stata una partita vinta prima a tavolino e poi sul campo da mister Volturo e dal suo gruppo di ragazzi ben compatto. La chiave del successo jonico, al di là dell’acuto del bomber Tedesco, è però da trovarsi nel dominio incontrastato sulle corsie laterali. Sulla destra Andrea Presicce, neretino classe 1990, sta cominciando al meglio questa sua seconda esperienza in serie D, dopo le due stagioni (2009-10 e 2010-11) con la maglia del Casarano. Presicce, approdato a Gallipoli dopo il campionato di Racale seguito alle due stagioni con le Serpi, è un attaccante tecnico, veloce e versatile. Nella partita di oggi ha tenuto scacco alla difesa monopolitana grazie alla sua abilità di dribbling nello stretto, che ha costretto Passiatore a ordinare il raddoppio su di lui, seguita sempre dalla decisione giusta ogniqualvolta entri in area. Buona partita anche del reparto arretrato, solido al centro e propositivo sulle fasce, con Stranieri sempre pronto alle sovrapposizioni e Rotunno (centrocampista centrale reinventato largo a sinistra da Volturo) meglio in attacco che dietro.

tifosi Gallipoli col MonopoliVISTA DAGLI SPALTI– A fare da cornice alla vittoria del Gallipoli sul Monopoli c’è stata la solita Curva Sud che ha dato spettacolo sugli spalti con calore, colore e goliardia. Nonostante la buona presenza di supporters monopolitani, è risultata evidente la supremazia dei giallorossi che, con striscioni, passione e fischietti e tamburi a scandire i cori, hanno esibito il loro orgoglio culminato con l’esecuzione del coro “Gente di mare” e dimostrato maturità rimandando al mittente le provocazioni provenienti dal settore ospiti. Ai gruppi ultrasIdentità e Appartenenza“, “Sporka Dozzina“, “Bronx” e “Gioventù” va sicuramente il merito di aver trascinato la loro squadra in questo inizio di stagione esaltante: se Gallipoli sogna è anche merito loro.

Il tabellino

Gallipoli-Monopoli 1-0

Gallipoli (4-3-3): Costantino; Stranieri, Casalino, Sportillo, Rotunno; Mariano, Zaminga, Puglia; Presicce, Tedesco (89′ M.Negro) ,G. Negro (71′ Volpicelli). A disposizione: Passaseo, Alessandrì, Cornacchia, Levanto, Gigante, Solidoro, Legari. All. Volturo

Monopoli (4-3-3): Pino; Russo, Esposito, Castaldo, Zizzi (46′ G.Pinto); Elkamch (61’Salvestroni), Gori, Danna (46’Grimaldo); Forese, Manzo, Muraro. A disposizione: Turi, De Luisi, R.Pinto, Cortese, Angelillo, Branicki. All. Raffo (Passiatore squalificato)

Marcatori: 28′ Tedesco

Ammoniti: 48′ G. Pinto (M), 70′ Salvestroni (M), 85′ Castaldo (M), 88′ Volpicelli (G).

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.