Tempo di lettura: 2 minuti
negro-udc1-180x150
Salvatore Negro

LECCE – Salvatore Negro, presidente del Gruppo regionale Udc, a margine dell’inaugurazione della Fiera del Levante, lancia un messaggio ben preciso al Premier Matteo Renzi: “Passi dalle parole ai fatti”, questo in sintesi il pensiero di Negro che sottolinea quanto segue:

“Abbiamo apprezzato le parole del Presidente del Consiglio Matteo Renzi all’inaugurazione della Fiera del Levante, soprattutto per quanto riguarda l’impegno per tutta la Puglia e per Taranto dove la sfida è coniugare capacità di attrazione degli investimenti stranieri, creazioni di posti di lavoro e dimensione ambientale. Ma ora occorre passare dalle parole ai fatti, dagli enunciati all’azione concreta. Non possiamo più fermarci alle parole: la Puglia ha fame e sete di lavoro ed ha bisogno di un recupero della qualità ambientale – sottolinea il capogruppo Udc – Taranto non può essere più un problema solo della Puglia ma deve rappresentare un’opportunità per l’intero Paese, una sfida, come l’ha definita lo stesso presidente Renzi, che si può coniugare diritto al lavoro e diritto alla salute e ad un ambiente sano. Un appello che facciamo anche al ministro Galletti affinché presto alle promesse seguano i fatti”.  

Poi si sofferma sulla vicenda dei due imprenditori inglesi che volevano realizzare il Resort a Nardò: “Non sono d’accordo con chi tira fuori gli errori di percorso degli imprenditori per giustificare la mancata realizzazione di questa struttura. Chi vuole investire sul territorio deve essere accompagnato dalla politica e dalle strutture burocratiche in questo percorso, altrimenti si condanna la Puglia all’immobilismo”, sottolinea il capogruppo Udc. “La burocrazia deve rispondere in tempi brevi e certi alle richieste ed alle esigenze degli imprenditori, sempre compatibilmente con il rispetto dell’ambiente e delle regole. Il resort di Nardò, che prevede un investimento di 70milioni di Euro, se fosse realizzato creerebbe 100 nuovi posti di lavoro che, in un periodo come questo, sarebbero come manna caduta dal cielo. Purtroppo non è la prima volta che investitori privati fuggono dalla Puglia dopo essersi scontrati per anni con le lentezze, le lungaggini e gli ostacoli della burocrazia regionale. Continuiamo a mandare in fumo milioni di investimenti privati che sarebbero più di una boccata d’ossigeno per la nostra economia, si sfiancano gli imprenditori che fuggono da questo territorio e si perde l’occasione per costruire nuove infrastrutture e creare nuova occupazione in un territorio che ha fame di lavoro. Come abbiamo già sottolineato – conclude il presidente Negro – quello della lotta alla mala-burocrazia sarà per l’Udc uno dei temi centrali della prossima campagna elettorale per le regionali e sarà dirimente per la scelta della coalizione che dovrà mettere in campo una serie di proposte significative in tal senso”.  

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.