Tempo di lettura: 3 minuti

Lecce-BarlettaLECCE (di Italo Aromolo) – Quando nello scorso mese di agosto la Lega Pro optò per una suddivisone geografica dei tre gironi (Nord-Centro-Sud), si gridò al pericolo-sicurezza dei derby ma quanto meno ci fu una certa soddisfazione per aver recuperato la tradizione di un campionato storicamente così suddiviso.

Lecce-Barletta rappresenta perfettamente questo ritorno alle origini: nel ventennio dei tre gironi della vecchia Serie C (dal ’58 al ’78), il Lecce è stato uno dei grandi protagonisti assoluti con 18 partecipazioni di fila tra il 1958 e il 1976 (anno della promozione cadetta targata mister Renna), mentre il Barletta s’è fermato a 17 apparizioni non consecutive (con una retrocessione in Serie D). Impantanate così a lungo negli abissi della terza serie, le due compagini davano vita quasi ogni anno ad incroci di fuoco: ben 16 dei 22 precedenti risalgono a questo periodo. Nell’ultimo dei derby giocati nella vecchia Serie C (stagione 1975/’76), i giallorossi si imposero di fronte a quasi 10mila spettatori con un rotondo 2-0 grazie ai gol di Gaetano Montenegro e Fortunato Loddi.

Mazzone a LecceContro il Barletta il Lecce ha ottenuto uno dei migliori risultati casalinghi della sua storia: un tennistico 6-1 nel campionato di Serie C 1945/’46. Tra i marcatori di quel Lecce dei record (ottenne 20 vittorie in 24 partite, per la media punti più alta di sempre) spiccano la compianta bandiera Raffaele Anguilla e il “fuggitivo” Aurelio De Marco (2), fattosi conoscere alle cronache come Pavesi per sfuggire al padre che voleva indottrinarlo alla professione di farmacista.

L’unico precedente in Serie B risale alla stagione 1987/’88: i giallorossi di mister Carletto Mazzone – a fine stagione promossi in Serie A – si imposero per 2-1 grazie alle reti di Pedro Pablo Pasculli e di Ezio Panero. Per il Barletta andò a segno l’ex Loriano Cipriani: l’attaccante scuola Juventus aveva militato tre anni prima tra le fila del Lecce, contribuendo sostanzialmente (8 gol in 36 partite) alla prima promozione dei giallorossi in massima serie.

Precedenti Lecce-BarlettaDopo quella gara, le due squadre non si incontrarono per quasi trent’anni fino allo scorso ottobre, alla sesta giornata del torneo di Prima Divisione – Girone B. Il Lecce del neo-tecnico Franco Lerda (da poco subentrato a Francesco Moriero) andò all’assalto di un Barletta arroccatissimo all’interno della propria metà campo: almeno sei nitide palle gol create dai salentini non schiodarono il risultato dallo 0-0 di partenza.

Complessivamente, i numeri dei 22 precedenti evidenziano una netta supremazia giallorossa: 17 i successi, 4 i pareggi, 1 sola sconfitta (un 3-1 in IV Serie), 45 i gol fatti, 15 quelli subiti. La striscia di vittorie più lunga appartiene al Lecce: 7 successi di fila ottenuti in Serie C tra il 1958 e il 1968. In 20 incontri tra il Lecce ed il Barletta, i biancorossi si sono posizionati davanti ai salentini nella classifica finale soltanto in 3 occasioni: ultima nella stagione 1966/’67 (Barletta quinto, Lecce nono).

Curiosità della cabala: quasi un quinto dei precedenti di Lecce-Barletta (4 su 22) sono stati disputati il giorno 6 del mese. Una data che sembra essere particolarmente fortunata per il Barletta: al giorno 6 risale l’unico successo esterno biancorosso, ben 2 dei 4 pareggi e appena una delle 17 imposizioni salentine. Che giorno cadrà il prossimo Lecce-Barletta? Sabato 6 settembre…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.