Tempo di lettura: 3 minuti

Sud Sound SystemLECCE (di Tommaso Micelli) – Il 26 agosto è sempre una data importante per tutti i leccesi e lo sarà ancora di più quest’anno visto che, contestualmente alla festa patronale, in Piazza Sant’Oronzo, sarà presentata la squadra dell’U.S. Lecce ed il nuovo inno che accompagnerà capitan Miccoli e compagni verso la tanto desiderata conquista della Serie B. Del nuovo inno si sa pochissimo, solo che sarà cantato dai Sud Sound System, vicinissimi alle sorti del Lecce già dall’ormai lontano 2001 quando, per festeggiare la salvezza in Serie A conquistata dalla truppa salenti capeggiata da mister Alberto Cavasin, registrarono “Giallurussu“. Per saperne di più abbiamo intervistato Terron Fabio (al secolo Fabio Miglietta), storico componente della band musicale salentina, che ci ha dato qualche ghiotta anticipazione, eccezion fatta per il titolo del brano che resta, per altri quattro giorni ancora, assolutamente top secret… L’unica indiscrezione ricevuta è che è stato concordato col presidente Savino Tesoro.

Fabio, dopo “Giallurussu“, come nasce il nuovo inno del Lecce?

“Nasce come gran parte della nostra musica: per gioco, scherzo e passione. Abbiamo sempre avuto un legame forte con la squadra del Lecce che si è ulteriormente intensificato negli ultimi due anni con l’arrivo del nostro amico Fabrizio (Miccoli, ndr). E’ nato tutto con molta semplicità quando Fabrizio, altri giocatori e il presidente ci chiedevano: ‘Beh? Quando fate l’inno?‘ Era pronto a metà dell’anno scorso. All’inizio abbiamo preferito aspettare, ma poi abbiamo deciso di pubblicarlo per l’inizio di questo campionato”.

ultrà Lecce Curva Nord striscioniCosa ci puoi anticipare di questo inno?

“Si tratta di un pezzo in puro stile Sud Sound System, con un intro cantato che poi sfocia in un potente ritmo dance-hall che coinvolgerà sicuramente tutti… Per saperne di più, comunque, venite il 26 agosto in Piazza Sant’Oronzo a Lecce quando lo presenteremo. Il pezzo è un pensiero per il Lecce, per la nostra gente, per la cultura salentina e Lecce2019″.

Come hai vissuto la mancata promozione in serie B dell’anno scorso?

“Ho seguito da vicino tutta la stagione e posso dire che, se avessimo avuto tre punti in più, adesso staremmo in B. C’è ovviamente qualche rimpianto, ma soprattutto buoni propositi per ripartire più forti di prima”.

Cosa pensi delle operazioni estive di mercato di questo nuovo Lecce?

Penso che ci siamo rinforzati con inserimenti molto validi. Abbiamo preso o ripreso giocatori importanti come Moscardelli, Della Rocca e Vinetot. Quest’anno sarà più dura perché dovremo affrontare squadre forti in condizioni ambientali difficili, ma ci sono tutte le potenzialità per fare bene”.

Oltre all’inno, come stanno andando gli altri vostri progetti?

“E’ uscito da due mesi l’ultimo nostro disco. Il singolo ‘Ddo parole‘ è in rotazione ed a settembre uscirà un nuovo video. Le cose vanno bene perchè nei live vediamo che la gente ci apprezza ed ascolta. Anche il nostro tour sta andando benissimo con migliaia di persone che ci seguono ovunque. Non c’è un ricambio generazionale, ma un’aggiunta generazionale, perchè vediamo spesso genitori che vengono ai nostri concerti con i figli dopo averci seguito per anni. A settembre, comunque, ci fermiamo un po’ per poi ripartire a fine ottobre”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.