Tempo di lettura: 3 minuti

moLECCE (di Carmen Tommasi) – “È stato difficile scegliere solo quattro ragazzi tra una rosa così folta e non era semplice decidere chi utilizzare come volto per la campagna abbonamenti, perché lottano tutti per la maglia con la stessa intensità. Alla fine, ci siamo accordati con loro su chi scegliere, anche per questioni di timidezza o meno, ma io credo che questi siano i leader giusti sia per curriculum che per carattere. I calciatori che non ci sono nella foto è come se ci fossero”. Così si è espressa la vice-presidentessa dell’U.S. Lecce, Giulia Tesoro, nello spiegare il perché della presenza nella “foto-slogan” della campagna abbonamenti 2014-2015 di Fabrizio Miccoli, Davide Moscardelli, Walter Lopez e Romeo Papini.

IL CAPITANO – “Cu lu sangu all’ecchi”: quest’anno ancora di più rispetto allo scorso campionato. Fabrizio Miccoli, il capitano per eccellenza, è sicuramente il voto più amato tra il popolo giallorosso, lui che il Lecce ce l’ha tatuato nel cuore e nella pelle. Nella gara di Tim Cup, domenica scorsa, contro il Foligno ha lasciato il terreno da gioco in lacrime per infortunio, un brutto stop che non gli permetterà di stare vicino al “suo” Lecce per almeno un mese. Ma, lo farò lo stesso: dentro lo spogliatoio con parole importanti per i suoi compagni di squadra. CUORE GIALLOROSSO.

EL ZURDO – Un rinnovo lungo e faticoso quello del terzino sinistro Walter Lopez, ma alla fine le parti si sono legate con l’obiettivo di riportare il Lecce nel calcio che conta. “Volevo restare, la società era sulla stessa lunghezza d’onda e anche il mio procuratore. Ci troviamo bene tutti assieme e mi sembrava giusto continuare così. Il gruppo è forte ed ha voglia di fare bene. Siamo tutti incazzati. Vogliamo vincere questo campionato. Siamo rimasti tutti qui solo per vincere”: l’ex Peñarol spiega con queste frasi qual è il suo desiderio primario per la prossima stagione; il suo, ma anche quello di tutta la piazza giallorossa. GRINTA E CORSA URUGUAIANA.

IL RE Romeo Papini, il padrone ormai indiscusso della mediana, il primo a rinnovare, con un biennale, il contratto con il Lecce. L’ex Carpi, classe ’83, è sempre più un leader dentro e fuori dal campo per la squadra di Franco Lerda. Nel Salento ha trovato la sua dimensione ideale: sogna la B con la maglia giallorossa e a chi gli chiede se potrà essere decisivo anche nella prossima stagione, risponde così: “Quest’anno è un’altra cosa a livello personale, perchè anche grazie allo scorso campionato ho più autostima. Adesso sono consapevole di poter diventare un leader di questa squadra”: queste le dichiarazioni del centrocampista romano, in vista dell’ormai prossimo inizio della Lega Unica. IL “PAPO” SI TRAVESTE DA LEADER.

BOMBER “MOSCA” “Se taglio la barba in caso di B? Al massimo l’accorcio, anzi la faccio giallorossa”: così Davide Moscardelli il giorno della sua presentazione. L’ex attaccante del Bologna è già un idolo della tifoseria giallorossa ed era amato ancora prima di arrivare nel Salento. Il suo primo gol stagionale l’ha messo a segno dal dischetto nella gara di Tim Cup contro gli umbri e adesso il bomber di Mons, dall’alto della sua esperienza e classe, dovrà essere in grado di diventare importante e concreto per la formazione giallorossa non appena la condizione fisica glielo permetterà al 100%. MOSCA-GOL PER LA SERIE B.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.