Tempo di lettura: 1 minuto

Macalli lega proFIRENZE – Il Consiglio Direttivo della Lega Pro deve stilare per oggi i tre gironi in cui inserire le 60 squadre che disputeranno la stagione agonistica 2014/2015. Ai membri del Consiglio della Terza serie italiana spetta il compito di trovare un razionale criterio con cui verranno suddivise le 60 formazioni partecipanti alla prossima Lega Pro Unica. Ma, prima di tutto, occorrerà prendere delle decisioni definitive su Novara e Juve Stabia. Nel caso in cui una delle due venisse ripescata in Serie B, il Poggibonsi prenderebbe il posto lasciato libero da uno dei due club.

Da risolvere c’è poi e soprattutto lo spinoso caso delle squadre campane già sicure di giocare nel torneo, ossia Benevento, Casertana, Ischia, Juve Stabia, Paganese, Salernitana e Savoia. Tutte avevano predisposto un piano di “spalmatura” nei tre gironi per evitare derby considerati a rischio. Un’ipotesi che sarebbe stata supportata anche dalle indicazioni provenienti dalle varie Questure interessate e con il benestare dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive.

Ad ogni modo, la stessa problematica andrà risolta per le società del Centro Italia che vorrebbero evitarsi le lunghe e dispendiose trasferte al Sud. In particolare, si vorrebbe far convergere le formazioni toscane (8 anche in questo caso) in un unico girone in cui i viaggi per giocare fuori casa non vadano oltre i confini dell’Emilia Romagna e del Lazio.

Come accontentare tutti e non correre rischi sulla falsariga di Nocerina-Salernitana resta la priorità…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.