Tempo di lettura: 3 minuti

Lerda e A tesoroLECCE (di Carmen Tommasi) – Inizia a delinearsi il “nuovo” Lecce, targato Franco Lerda, che si appresta ad iniziare la nuova stagione sportiva in Lega Unica. Una squadra che per oltre il 70 per cento sarà formata dallo zoccolo duro del gruppo della rimonta della passata stagione e con qualche importante innesto “chirurgico” per ogni reparto per consegnare al tecnico di Fossano, già dal ritiro pre-campionato (la comitiva giallorossa partirà alla volta di Saint Vincent, in Valle d’Aosta, il 19 luglio e da mercoledì 16 partiranno le visite mediche), una rosa solida per iniziare a lavorare in vista del primo impegno ufficiale in Coppa Italia di agosto.

LA PORTAcaglioni rigoriIl guardiano dei pali giallorossi per la prossima stagione, e fortemente voluto dal tecnico giallorosso, dovrebbe essere Nicholas Caglioni con il contratto scaduto lo scorso 30 giugno, ma pronto e volenteroso di rinnovare (come l’ex Crotone stesso ha dichiarato). Per sbloccare la situazione bisognerà prima cedere Max Benassi: l’ex Reggina e Juve Stabia, legato al club di Piazza Mazzini sino al 2017, è già con le valigie pronte e potrebbe accasarsi presto al Pescara (con Aniello Cutolo che potrebbe essere inserito nella trattativa e sbarcare nel Salento). Se questo dovesse succedere Filippo Perucchini verrà girato in prestito  altrove, molto probabilmente al Varese. Resta in giallorosso, invece, Marco Bleve, mentre Davide Petrachi, anche lui svincolato, sembra destinato altrove.

Lopez, leccezionale.itLA DIFESA – In difesa la priorità di Antonio Tesoro è quella di trovare l’accordo per il rinnovo di Walter Lopez: il contratto del terzino sinistro uruguaiano è scaduto il 30 giugno scorso. L’ex Penarol piace al Catanzaro in Lega Pro, ma anche in serie B al Trapani, ma il 28enne difensore ha espresso la volontà di rimanere in giallorosso. La settimana prossima potrebbe essere decisiva a riguardo, anche se il problema resta trovare l’accordo economico sull’ingaggio e al momento le parti sembrano molto lontane. Vicinissimo a firmare un triennale con il Lecce è, invece, Marcus Diniz ritornato al Milan per fine prestito, mentre Kevin Vinetot dovrebbe rientrare dal Genoa e continuare a far parte della retroguardia salentina. Sulla fascia destra ci sarà anche Dario D’Ambrosio, in fase di recupero dal brutto infortunio alla caviglia destra e ancora non del tutto pronto al rientro, mentre per Simone Sales, l’altro terzino destro che potrebbe continuare a risultare utile alla causa Lecce e anche lui desideroso di restare, il rinnovo, al momento, non sembra imminente. Così come è difficile la firma di un annuale per Erminio Rullo, anche se nei giorni scorsi il diesse Tesoro ha incontrato l’ex Napoli. Perchè l’obiettivo dichiarato è prima quello di sfoltire la rosa e poi di rinnovare eventuali contratti.

Chini-PapiniIL CENTROCAMPO – Con una difesa ancora da delineare (in primis sulle due fasce) in mediana, invece, c’è l’abbondanza con le conferme di Stefano Salvi, Romeo Papini, Mariano Bogliacino e Abdou Doumbia che sono i punti fermi da cui ripartire. Potrebbero lasciare il Salento Nicolas Amodio e Tommaso Bellazzini, quest’ultimo in uscita perché non rientrerebbe nei piani della società. Anche l’esterno d’attacco Dario Barraco, arrivato in giallorosso a gennaio, potrebbe salutare e accasarsi al Catanzaro alla corte di Francesco Moriero. C’è ancora da definire la situazione di Adriano Ferreira Pinto: il giocatore, 35anni, è senza contratto e in attesa di una chiamata, quella del Lecce come il brasiliano stesso si augura.

L’ATTACCO – In avanti è arrivato il brindisino Luigi Della Rocca, classe ’84, a titolo definitivo dalla Cremonese, ed è stato confermato, con il gradimento dei più, il capitano Fabrizio Miccoli che si è legato per un altro anno al suo Lecce. Tesoro junior cercherà di “ristrappare” al Milan Giacomo Beretta, richiesto dal tecnico Franco Lerda, ma l’operazione non è delle più facili perchè l’attaccante piace a più squadre di serie cadetta (Modena e Bari). Il reparto sicuramente andrà ancora rinforzato per garantire al mister piemontese una più ampia possibilità di scelta. Il mercato non è ancora entrato nel vivo, come ha sottolineato lo stesso diesse giallorosso, quindi è tutto ancora in divenire.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.