Tempo di lettura: 3 minuti
Foti 1
Lillo Foti

LECCE (di Massimiliano Cassone) – Ben 8 gol nelle prime 7 partite, tra cui una tripletta contro la Virtus Entella. Si presentò così ai tifosi del Lecce, nel campionato 2012-’13, l’attaccante siciliano Salvatore Foti, Lillo per gli amici. Purtroppo, nella seconda metà di quel campionato, un grave infortunio alla schiena rallentò le sue prestazioni. Dovette fare i conti con assenze forzate ed infiltrazioni, oltre a tanta palestra, piscina e la speranza di evitare l’intervento chirurgico. Poi quella sciagurata gara contro il Carpi, in cui decise di scendere in campo nonostante non fosse nemmeno al 50% della forma fisica migliore e quell’ernia gli facesse davvero male. Giocò una gara pessima, come tutta la squadra, e l’epilogo lo conosciamo tutti. Lillo quindi ha deciso di fermarsi; si è operato ed  è lontano dai campi da gioco da molto tempo; ha lavorato duro, a capo chino, i problemi fisici sono oramai alle “spalle”, ironico dire così… Ora, il bomber è pronto a tornare. E, nonostante diverse offerte, lui vuole ripartire da Lecce. Ha un conto in sospeso: vuole la Serie B sul campo ma solo con la maglia giallorossa addosso.

Lo abbiamo intervistato per sentire dalla sua voce le notizie che lo vogliono vicinissimo ad una nuova avventura nella città dei due mari.

Ciao Lillo, come va? Come stai fisicamente?

“Va benissimo, sono sereno. Sto molto bene. Ho lavorato duramente, è stato difficile ma ora mi sento bene. Fortunatamente, l’ernia al disco è soltanto un lontano ricordo”.

Sei pronto per ritornare a fare gol?

“Sono prontissimo (e sorride, ndr). Mi manca il campo, mi manca il pallone, mi manca tutto ciò che per me è vita: il calcio giocato. Non vedo l’ora di tornare a giocare. Dopo tanto allenamento e mesi infiniti di lavoro per rimettermi in forma, ora sono in Sicilia, trascorro le vacanze in famiglia e poi parto in ritiro”.

In ritiro col Lecce? Cosa ci puoi anticipare?

Già, ho sentito mister Lerda ed il direttore Antonio Tesoro. Quasi sicuramente andrò in ritiro con la squadra. Vorrei ripartire dal Lecce, la mia prima scelta è il Lecce. Il mio procuratore, insieme al direttore, vedranno poi il resto. Io penso soltanto a ritornare a correre sul rettangolo verde e fare gol”.

lecce carpi finaleChe effetto farà indossare di nuovo quella maglia dopo i fattacci di Lecce–Carpi?

Io scesi in campo in una condizioni precarie: non c’erano altre soluzioni, avevo male alla schiena, mi feci delle infiltrazioni prima e diedi tutto, sputai sangue in campo. L’amaro ricordo di quel pomeriggio mi è rimasto dentro, è ancora una ferita aperta. Voglio dimostrare tutto il mio valore e voglio farlo con i colori giallorossi addosso. Ma non voglio più parlare del passato e spero di riuscire a vestirla ancora quella maglia. Ho voglia di raggiungere il risultato che non siamo stati capaci di conquistare quell’anno”.

Quindi ci rivedremo a Saint Vincent di nuovo con la maglia del Lecce.

“Sì, spero di sì, al 90% dovrebbe essere così. Sono felicissimo per questa nuova possibilità, darò tutto me stesso per convincere tutti”.

Facciamo il nostro in bocca al lupo a Lillo Foti, il resto lo dirà il campo, come sempre, per un attaccante vige la dura legge del gol. Ma lui ha già dimostrato di possedere i numeri per essere un grande attaccante.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.