Tempo di lettura: 1 minuto
Lillo
Francesco Lillo, Team Manager U.S. Lecce

LECCE (di Massimiliano Cassone) – In sala stampa si mette sempre dopo l’ultima fila, non all’ultima ma ancora più indietro. È sempre sorridente e pacato, vive 24 ore al giorno fianco a fianco con i calciatori, siede in panchina ed è colui che alza la lavagnetta ogni qualvolta il mister comandi un cambio. È il confidente di tutti i calciatori e, in modo silente, li segue e li consiglia. Non è un uomo che ama la mondanità o l’apparire, tanto che avere informazioni su di lui è quasi impossibile. Il suo è un ruolo da team manager delicato e l’anno scorso quando le cose non andarono bene qualcuno imputò alle cause della disfatta anche degli errori fatti nella gestione dei calciatori. Poi, venne promosso lui, lavorava già nel settore giovanile del Lecce, dopo i trascorsi nel Copertino; parliamo di Francesco Lillo, classe ’79, salentino DOC di Leverano.

Oggi, all’uscita dalla sala stampa, si parlava del più e del meno con lui; tra gli argomenti toccati c’è stato il luogo del ritiro e ci ha detto che sta lavorando già, e lo fa come è suo solito, in modo silenzioso. Toccherà a lui organizzare la location, le modalità del viaggio e della permanenza; aspetta di confrontarsi con Franco Lerda, ma ha confermato che, in un paio di giorni, “Sistemeremo tutto”. Ha detto proprio così perché Francesco Lillo non antepone mai l’io al noi, è una persona umile che sa fare bene il suo lavoro. Ed i frutti si vedono, quest’anno i giallorossi sono stati dei calciatori modello tutti “casa e stadio”.

Col suo sorriso educato rimarrà sempre dietro le quinte dando il suo apporto che è praticamente basilare… ma non diteglielo, potrebbe arrossire, è timido. Francesco Lillo è un uomo perbene.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.