Tempo di lettura: 5 minuti

invasione FrosinoneLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Si scrive Frosinone ma si legge anti-sportività. Si parla di “cecità” e vengono in mente i vertici della Lega Pro. Chi era domenica sugli spalti del fatiscente stadio “Matusa” ha di che raccontare ad intere generazioni future. Attenzione, però: non in fatto di calcio, sport, successi o sconfitte di una squadra, bensì per le scene inqualificabili andate in onda in diretta tivù nazionale durante la finale di ritorno dei play-off di Prima Divisione di Lega Pro tra i “canarini” ed il Lecce. Così come, leggendo le dichiarazioni rilasciate dal presidente della Lega Pro, Mario Macalli, pare davvero che sia messo non una fetta, ma un intero prosciutto sugli occhi per non aver voluto entrare nel dettaglio dei misfatti accaduti nel finale di match e alla conclusione della sfida che metteva in palio la Serie B.

Dopo l’invasione di campo in Lecce-Carpi nella finale play-off dell’anno scorso, la stessa Lega si precipitò ad annunciare che si sarebbe costituita parte civile contro le “bestie” ree di aver rovinato l’immagine immacolata del terzo torneo italiano davanti alle telecamere di “mamma” Rai. Qualcuno del Carpi venne per caso soltanto sfiorato da coloro che entrarono sul terreno di gioco? Gli avversari, nella civilissima Lecce, furono invece applauditi da uno stadio intero. E stavolta? Una tiratina d’orecchie allo “sportivissimo” pubblico di Frosinone e niente da eccepire sull’atteggiamento dei tesserati gialloblù. Complimenti… Noi, al contrario, abbiamo purtroppo visto immagini che con lo sport hanno davvero ben poco a che fare. Un pomeriggio ed una serata all’insegna della follia, della incredibile ed impunita caccia all’uomo, della provocazione e dell’assoluta mancanza di rispetto per l’avversario in campo e in tribuna. La telecronista di Rai Sport 1 che chiude il suo collegamento da bordo campo ringraziando le forze dell’ordine per averla protetta nel concludere la sua cronaca senza intoppi, incolume, mentre in mezzo al manto verde accadeva di tutto. Siamo all’assurdo…

invasione di campo FrosinoneNel parapiglia generale, un po’ tutti coloro che avevano a che fare con i colori giallorossi sono stati infatti presi letteralmente di mira e non solo verbalmente. Dagli insulti razzisti all’indirizzo dei calciatori leccesi partiti dai gradoni dell’impianto laziale, alle bottigliette scagliate sul terreno di gioco durante il match, dagli atteggiamenti arroganti da parte dei tesserati gialloblù, agli strattonamenti sui gradoni spacciati per Tribuna Stampa (con la “benedizione” dei Ponzio Pilato della Lega Pro) verso gli inviati della nostra testata giornalistica. E possiamo continuare con l’aggressione ai danni del fotografo ufficiale dell’U.S. Lecce, la pallonata rifilata a partita conclusa in pieno volto ad Adriano Ferreira Pinto e l’inseguimento fin nel tunnel degli spogliatoi per mister Franco Lerda. Aggiungiamoci i mezzi dati alle fiamme all’esterno dello stadio ciociaro ed il quadro si delinea ancor meglio…

Un’anomalia? Solo un episodio casuale? Assolutamente no. Proprio dallo stadio “Matusa” le cronache delle scorse settimane riportano notizie di aggressioni riservate in tribuna ai giornalisti che seguivano la Salernitana ed il Pisa. Che ci sia un “comitato di accoglienzaad hoc addetto agli operatori dell’informazione che non risiedano a Frosinone? Si tratta di una pericolosa, incivile e, soprattutto, non sanzionata abitudine, evidentemente.

fumo nero FrosinoneEppure, era solo la fine del mese di scorso quando il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, aveva inviato una lettera ai colleghi di Perugia, Wladimiro Boccali e di Lecce, Paolo Perrone, cercando di smorzare i toni: “Credo che il calcio sia prima di tutto un gioco, oltre che una fede sportiva e, quindi, il tutto debba essere riportato su un piano di rispetto delle forme e dello stile. Mi sembra che in questo ultimo scorcio del campionato, si stiano ponendo problemi di ordine pubblico che condizionano, più che il risultato, lo stesso diritto dei tifosi e delle compagini sociali a seguire i propri beniamini in trasferta […] Sono sicuro aveva aggiunto Ottavianiche i sindaci di Perugia e Lecce, faranno il possibile perchè anche l’ultima parte di questo campionato sia un’occasione di festa per i tifosi e per le famiglie e non invece, motivo di criticità per i nostri territori…

Beh, a Lecce (accoglienza e offerta di prodotti tipici ai supporters avversari) e Perugia si è celebrata la civiltà di due piazze abituate a ben altre categorie e palcoscenici. A Frosinone la lezione devono ancora impararla.

sindaco di Frosinone ha inviato una lettera ai sindaci di Perugia Wladimiro Boccali e di Lecce Paolo Perrone, cercando di smorzare i toni, in relazione a quello che rischia di essere un rush finale, nella Lega Pro girone B, senza precedenti per tensione sportiva ed emotiva. – See more at: http://www.noodls.com/view/DBB97A791C852EAC177B28962C990BE61029B36A?2396xxx1396278386#sthash.mWZ2gd5p.dpuf
sindaco di Frosinone ha inviato una lettera ai sindaci di Perugia Wladimiro Boccali e di Lecce Paolo Perrone, cercando di smorzare i toni, in relazione a quello che rischia di essere un rush finale, nella Lega Pro girone B, senza precedenti per tensione sportiva ed emotiva. – See more at: http://www.noodls.com/view/DBB97A791C852EAC177B28962C990BE61029B36A?2396xxx1396278386#sthash.mWZ2gd5p.dpuf
sindaco di Frosinone ha inviato una lettera ai sindaci di Perugia Wladimiro Boccali e di Lecce Paolo Perrone, cercando di smorzare i toni, in relazione a quello che rischia di essere un rush finale, nella Lega Pro girone B, senza precedenti per tensione sportiva ed emotiva. – See more at: http://www.noodls.com/view/DBB97A791C852EAC177B28962C990BE61029B36A?2396xxx1396278386#sthash.mWZ2gd5p.dpuf
Commenti

4 Commenti

  1. In riferimento alla densa voluta di fumo nero che si vede nell’ultima foto e che è stata inquadrata da mamma RAI, si invita a prendere visione dell’articolo “Macalli, come definisci i danni in Curva Sud?” e delle relative foto, pubblicati sul sito http://www.atuttapagina.it/category/sport/

    Quanto sopra per giusta informazione e per opportuna precisazione.

  2. sono veramente ed estremamente spiaciuto per la vostra sconfitta con quelle m…e di frociolone.
    fatevi forza, la sconfitta sarà dura da digerire (quella nostra l’anno passato con il pisa l’ho digerita solo quando è riniziato il campionato), ma la vostra tifoseria è una di quelle che ha le palle e saprà risollevarsi e tornare sui palcoscenici che merita.

    Forza Lecce e forza Perugia

    • Moreno solo un favore, vendicateci voi di Perugia i ciociari non meritano la B fate di tutto per mandarli di nuovo in lega pro. grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.