Tempo di lettura: 3 minuti

47 Rally del SalentoLECCE – Sale la temperatura atmosferica e inizia a riscaldarsi anche l’ambiente motoristico pugliese in vista del 47° Rally del Salento, gara che il 30 e 31 maggio prossimi farà da palcoscenico a una nuova ed esaltante sfida, la terza delle sei previste, tra i migliori interpreti del Campionato Italiano Wrc, la serie federale di recente istituzione che permette la partecipazione delle potenti e spettacolari vetture World Rally Car.

Signor-BaroneL’Automobile Club di Lecce e la Scuderia Piloti Salentini, storico tandem organizzativo, ha ormai predisposto tutto quanto necessario per la perfetta riuscita dell’evento con l’obiettivo ben chiaro di dar vita ad un’altra edizione indimenticabile della corsa leccese. Nei giorni scorsi è stato effettuato il collaudo del percorso che ha avuto esito positivo.

Una nutrita schiera di contendenti ha già di fatto confermato la propria presenza. La giornata di ieri ha segnato la chiusura, da regolamento, della finestra temporale entro la quale dovevano essere inviate le domande di partecipazione. Nei primi giorni della prossima settimana si avrà il quadro definitivo delle adesioni. L’obiettivo degli organizzatori è quello di riuscire a garantire i soliti numeri nonostante il difficile momento economico che sta vivendo anche il mondo del motorsport.

Proprio pensando alla complicata situazione economica è senza dubbio da apprezzare la scelta di proporre un itinerario di gara che presta particolare attenzione al contenimento dei costi per i partecipanti. Per questa edizione, infatti, il Rally del Salento propone il format delle tre prove speciali da ripetere tre volte, nove in totale per circa 110 km di percorso cronometrato sui quasi 350 km di tracciato complessivo. Le prove sono quelle storiche di Santa Cesarea, Specchia (con qualche variazione rispetto alle ultime edizioni) e Miggiano.

Rally 3Come nel 2009, sarà nuovamente l’elegante centro di Maglie ad ospitare la cerimonia di partenza e di arrivo. La passerella serale di presentazione di tutti gli equipaggi, prevista per la serata di venerdì 30 in Piazza Aldo Moro, darà all’evento un particolare tocco suggestivo.

La gara vuol caratterizzarsi anche per l’elevato grado di sicurezza. Il Comitato organizzatore, oltre a recepire le nuove direttive ACI-CSAI in materia di localizzazione satellitare con l’adozione del dispositivo GPS di tracciamento che verrà montato su tutte le auto al via e che permetterà alla Direzione Gara di conoscere in tempo reale la situazione di ogni vettura presente sul percorso, ha infatti curato in ogni dettaglio i correttivi in fatto di sicurezza preventiva e attiva su tutta la manifestazione. Anno dopo anno, si cerca infatti di elevare gli standard e di rendere ideale il tracciato per assicurare il massimo valore sportivo, tecnico e spettacolare dell’evento.

Rally 2Saranno oltre 150 i commissari di percorso impegnati lungo le prove speciali, persone addestrate a coordinare il pubblico in sicurezza ed a garantire il via libera sul tracciato. A loro saranno affiancati 32 operatori radio che garantiranno i collegamenti con la Direzione Gara, 36 cronometristi, 20 tra medici e para medici, 9 ambulanze per la rianimazione, 60 volontari della Protezione Civile, 9 carri attrezzi, 4 veicoli veloci antincendio-decarcerazione rispondenti ai rigidi standard federali, oltre al gran dispiego lungo tutto il percorso della Polizia Municipale e delle Forze dell’Ordine.

Tutte le informazioni sulla gara (modulo di iscrizione, programma completo, cartine del percorso, tabella tempi e distanze) sono on-line su www.rallydelsalento.org.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.