Tempo di lettura: 2 minuti

PerroneLECCE – Il concerto dei Negramaro allo stadio “Via del Mare” si farà. La conferma arriva da Palazzo Carafa dove, questa mattina, il sindaco Paolo Perrone ha incontrato il presidente dell’U.S. Lecce, Savino Tesoro. Il faccia a faccia tra i diretti interessati nella querelle che ha tenuto banco nelle scorse settimane (LEGGI QUI) ha visto il primo cittadino di Lecce ed il numero uno del club giallorosso trovare un accordo per far sì che l’esibizione della band salentina si possa tenere regolarmente e che i legittimi interessi della squadra calcistica del capoluogo non vengano lesi.

In pratica, il club di Piazza Mazzini si accollerà una spesa pari a 20.000 euro per la risemina del manto erboso dell’impianto leccese, mentre gli organizzatori del concerto concorreranno alle spese con una quota di 40.000 euro. Inoltre, la stessa organizzazione dell’evento musicale che si preannuncia attesissimo, farà sì che il palco sia installato sulla pista d’atletica e che i mezzi pesanti attrezzati al trasporto dei suoi componenti non lascino solchi nel prato.

L’accordo si è reso necessario dopo che il massimo dirigente giallorosso si era detto preoccupato per gli eventuali danni arrecati al terreno di gioco dai tir e dal palco che dovrà essere allestito a fine luglio.

Savino Tesoro LeccezionaleGià in passato il prato del “Via del Mare” ha conosciuto l’onta di essere maltrattato e devastato dall’organizzazione di manifestazioni musicali con il palco posizionato direttamente sul manto verde e gli spettatori ammassati lì vicino ad assistere alle performance dei musicisti di turno. Ragion per cui, il presidente Tesoro aveva chiesto adeguate garanzie monetarie nell’ipotesi in cui il concerto dei Negramaro fosse confermato nella data del 26 luglio. Una data troppo vicina all’inizio della prossima stagione agonistica e, nel malaugurato caso in cui il tappeto verde dello stadio venisse rovinato, non ci sarebbero i tempi tecnici per ripristinarlo se non tramite una costosa rizollatura. Un’operazione da 150.000 euro che, inizialmente, il sodalizio guidato dalla famiglia originaria di Spinazzola voleva fosse garantita da un’adeguata cauzione.

Oggi, a quel che è dato di sapere, le parti in causa avrebbero trovato un accordo che mette la parola “fine” alla vicenda. I Negramaro potranno chiudere in “casa” il loro tour “Un amore così grande” e l’U.S. Lecce non doversi trovare un’altra sede nuova per giocare le prime partite della prossima stagione.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.