Tempo di lettura: 2 minuti

Lovero-MezzapesaLECCE – Approda stasera a Lecce il tour di presentazione del nuovo film con Pinuccio Lovero del regista Pippo Mezzapesa. Alle ore 20:00, nella sala cinematografica leccese del Db d’Essai, in via dei Salesiani, il popolare personaggio balzato agli onori delle cronache qualche anno fa per voler fare a tutti i costi il custode cimiteriale nel suo Comune, Bitonto, sarà presente insieme allo stesso regista per parlare alla platea di “Yes I can“, prima della proiezione della pellicola.

Il becchino Pinuccio Lovero, già al centro di un altro documentario di Mezzapesa intitolato “Pinuccio Lovero – Sogno di una morte di mezza estate“, torna protagonista del nuovo lavoro dello stesso regista dopo aver conosciuto una effimera fama nazionale e la popolarità a livello locale. Ora che Lovero ha coronato il suo sogno di lavorare nel cimitero bitontino, al declino della sua notorietà, ha deciso di candidarsi alle elezioni comunali con una vera e propria campagna elettorale incentrata su battaglie che hanno come interesse pertinenze strettamente cimiteriali, vale a dire più loculi, più fontanine per innaffiare i fiori, più verde e più servizi per gli anziani ed i disabili che si recano ad omaggiare i propri defunti.

Yes I Can - LoveroLovero con “Sogno di una morte di mezza estate” andò al Festival di Venezia e l’esperienza in riva al Lido gli valse la ribalta che ne fece una “celebrità” televisiva. Fu infatti chiamato a partecipare come ospite nelle trasmissioni Rai e Mediaset di Paolo Bonolis, Fabrizio Frizzi e Giancarlo Magalli. Ottenuto il tanto anelato posto da necroforo, però, era quella popolarità da tubo catodico a mancare adesso al simpatico personaggio che sogna di fare una comparsata accanto a Lino Banfi o Checco Zalone. Ecco allora la scelta di scendere in politica e concorrere nelle consultazioni a Bitonto con lo slogan: “Pensa al tuo domani“, sfruttando la sua fama di custode “a livello cimiteriale” e girando per le vie del paese a bordo di un carro funebre, vestito da becchino.

Nel film compare anche il Governatore della Regione Puglia, Nichi Vendola. Pinuccio Lovero sceglie di candidarsi, infatti, nella lista di Sel – Futuro e Libertà. Il lungometraggio, presentato con successo al Festival di Roma, è prodotto da Fanfara Film e Vivo Film, in collaborazione con Wake Up, ed è stato riconosciuto film di interesse culturale e, pertanto, realizzato col sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema.

Pinuccio Lovero ha inoltre ideato una sit-com realizzata per il web, chiamata Casa Lovero lanciata sulla pagina facebook ed ambientata nella sua abitazione. È lì che ha maturato la decisione con i dubbi ed i consigli di Anna (la sua compagna), l’ispirazione di Barak Obama e l’aiuto reale o sognato di alcuni suoi illustri amici, tra cui Nino Frassica, Elio Germano, Alessandro Gassman, Riccardo Scamarcio, Checco Zalone e Paolo Sorrentino.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.