Tempo di lettura: 4 minuti

Nardò basket tifoNARDÒ (di Gabriele De Pandis) – Un “Pala Andrea” bardato a festa per i suoi beniamini non è bastato a spingere l’Andrea Pasca Nardò verso la finale dei play-off di DNC. La squadra di coach Bray, sconfitta da Pozzuoli per 66-73 dopo il tempo supplementare, ora si giocherà la seconda ed ultima chance di approdare all’atto finale del campionato (contro il Mola impostosi a sua volta sul Campli) in gara-3, da disputarsi domenica al “Pala Errico” di Pozzuoli, con palla a due alle ore 18:00. I granata, contratti per lunghi tratti di match, hanno ripreso in mano la partita grazie ad un sontuoso terzo quarto, concluso addirittura in vantaggio, ma hanno sprecato la palla del match a pochi istanti dalla fine con Malamov e Chirico, sfortunati nella mancata capitalizzazione dell’ultimo possesso che poteva regalare la vittoria casalinga tra le mura amiche del palazzetto di Via Giannone.

Nardò basketPrimo quarto– Coach Bray opta sul consueto starting-five iniziale: Colella, Malamov, Chirico, Ferrienti e Manca. Per la formazione di coach Mauro Serpico al via invece Aprea, Orsini, Errico, Innocente e Luongo. L’avvio è di marca ospite, con lo 0-3 firmato da Orsini. Nardò esce alla distanza e con il duo Andrea Malamov e Michele Colella apre le danze per granata. Buona la partenza anche di Francesco Ferrienti con  un 2/3 dal campo. In difesa Alessandro Manca mette sin da subito le cose in chiaro (13 rimbalzi totali su 35′ disputati) cercando di ridurre al minimo l’impatto offensivo della squadra campana. Lo stesso Ferrienti sigla l’11-11 sul finire di frazione, ma Nardò subisce però il canestro di Luongo che fa chiudere il primo quarto in svantaggio: 11-13 Pozzuoli.

Secondo quarto– Il coach brindisino riparte con Colella, Ferilli, Chirico, Ferrienti e Manca sul parquet. Nardò è impreciso, ma anche sfortunato in attacco, specie nei tiri puliti, presi dagli attaccanti granata. Pozzuoli approfitta dell’annebbiamento neretino e, durante il black-out dei padroni di casa, Orefice mette 7 punti a referto e totale gli ospiti ne totalizzano ben 17. Dall’altra parte Nardò continua a soffrire, sono solamente 9 i punti della seconda frazione che suonano come un campanello d’allarme prima dell’intervallo. Antonio Chirico sblocca il proprio tabellino personale l’accoppiata Manca- Durante (1/2 ai liberi), porta una boccata d’ossigeno per Nardò che chiude sul 20-30 Pozzuoli al riposo lungo.

Andrea MalamovTerzo quarto– Nella ripresa Nardò torna in campo con il primo quintetto. L’Andrea Pasca parte forte, dopo un canestro campano di Luongo in avvio, e Malamov suona la carica per i suoi con un centro dai 6.75. I granata tornano a serrare le fila in difesa, con Manca, Ferrienti e Chirico a dar manforte a rimbalzo. Ferrienti porta il Nardò sul -6, e il Pala Andrea torna ad essere una bolgia. Ancora Ferrienti (8 punti nel terzo quarto) sigla il -4 e in seguito Manca raggiunge il -2: 30-32. Nardò torna in partita nel tripudio generale del “Pala Andrea” che spinge i suoi ragazzi. Pozzuoli ferma il trend positivo neretino con Aprea, ma l’Andrea Pasca Nardò, firma un nuovo break 4-0 a nome Colella-Manca: 38-35. Innocente (2/2 ai liberi) smussa il vantaggio salentino e chiude la frazione sul 38-37 per i ragazzi di Coach Bray.

Ultimo quarto– Pozzuoli accelera con Innocente che realizza dai 6.75, ma c’è subito la pronta risposta granata con Malamov. Il testa-testa si porta sul 45-45 di metà quarto e la tensione comincia a salire. Chirico porta i suoi sul +2, ma sul capovolgimento di fronte, Nardò subisce un tiro da 3 punti di Artiaco. Malamov (3/6 ai liberi), riporta i suoi sul -1. Ferrienti, con altri 8 punti nell’ultimo quarto, firma il nuovo sorpasso: 51-50. A 53″ Pozzuoli si porta sul 53-53. Il primo match-ball per Nardò sembra realizzarsi con Ferrienti sotto le plance. Ma a 15″ dalla fine, su rimessa da fondo campo degli ospiti, Orefice, MVP dei campani, firma la doccia fredda per i padroni di casa con il 55-55. I granata provano ad organizzare l’ultimo possesso dopo un lungo time-out coordinato da coach Bray: Rimessa dalla metà campo ed i granata prima con Malamov e poi con Chirico sbattono sul ferro l’ultimo possesso che poteva portare alla finale col Mola: 55-55 e match al supplementare.

Nardò-Pozzuoli tabelloneSupplementare– Nardò sembra accusare il colpo del duplice errore di Malamov e Chirico e, in avvio, Pozzuoli castiga i salentini già al pronti-via con un inesorabile 0-7 con Aprea, Orefice ed Errico. Giuseppe Ferilli (2/2 dai 6.75) ricuce lo strappo. Gli uomini di coach Serpico provano e riescono a controllare il vantaggio dai liberi, dove gli ospiti alla fine totalizzano il 71% con 20/28, mentre Nardò rimane al 53% con 8/15. Pozzuoli torna sul +6, Malamov riporta i suoi sul -4 a 34″ dalla fine. Fallo sistematico per Nardò, nuovo 2/2 di Orefice ai liberi e dopo l’1/2 di Innocente dalla lunetta porta il vantaggio campano sul 63-70. Ferilli firma un -4 che potrebbe allungare ancora la contesa, ma il ¾ finale ai liberi di Errico chiude la contesa sul 66-73.

NUOVA PALLACANESTRO NARDO’ 66

Colella 7, Malamov 17, Manca 9, Durante 1, Mazzei n.e., Iacomelli n.e., Dell’Anna n.e., Ferrienti 22, Chirico 4. Allenatore: Tonino Bray. 

VIRTUS POZZUOLI 73

Orefice 17, Artiaco 5, Aprea 14, Innocente 7, Caresta n.e., Mazzella n.e., Luongo 10, Errico 13, Orsini 7, Longobardi. Allenatore: Mauro Serpico. 

ARBITRI: Praticò (Reggio Calabria), Mucella (San Filippo Mela)

PARZIALI: 11-13/20-30/38-37/55-55/1°TS 66-73

USCITI PER 5 FALLI: Malamov (Nardò), Manca (Nardò).

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.