Tempo di lettura: 1 minuto

1476750_10202221862920533_1888521274_nSi chiude con “l’ultimo ruggito” la prima esperienza in serie B per la squadra salentina.

I ragazzi di Coach Fedrigo partono subito forte e grazie al Capitano D’Oria, dopo pochi giri di clessidra, conquistano la prima meta; dalla piazzola Spagnoli non sbaglia. I padroni di casa però sono vivi e vegeti e trovano tre punti con Reyna che si ripete dopo pochi minuti portando a 6 il bottino dei suoi. I Leoni verdi non smettono di macinare gioco e vanno in meta con Corbascio; Spagnoli ancora una volta centra i pali: 14-6. Passano appena cinque minuti ed è ancora Spagnoli su punizione a dimostrarsi freddo e preciso. Prima dello scadere del primo tempo, Reyna conquista altri tre punti e fissa il parziale sul 17-9 per gli ospiti.

I campani ritornano in campo con il piglio giusto e in pochi minuti mettono a segno, con l’indiavolato Reyna, altri 6 punti con due punizioni e si avvicinano alla Svicat che reagisce subito e con Stubbs realizza la terza meta di giornata; Spagnoli, il cecchino, segna ancora dalla piazzola: 24-15.
Reyna (ancora lui) non è d’accordo e sigla l’ennesima punizione tentando di riacciuffare la gara; non ci riesce perché De Gioia trova la quarta meta per i leccesi; Spagnoli che questa volta sbaglia il piazzato. I campani nonostante l’impegno non riescono a trovare la meta ma soltanto altre due punizioni con il solito Reyna.
Gli ospiti mettono a segno gli ultimi tre punti con Spagnoli e poi guardano scorrere i titoli di coda di un campionato che nonostante tutto è stato sempre combattuto.
Sicuramente l’ottima organizzazione societaria, con a capo il Patron Fabrizio Camilli, già da domani inizierà una programmazione per allestire una rosa che l’anno prossimo tenti di vincere il campionato.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.